Lampedusa. Anniversario strage migranti: quest’anno solo eventi simbolici senza assembramenti

A causa dell’emergenza sanitaria Covid19, quest’anno a  Lampedusa, saranno modificate le modalità di celebrazione dell’anniversario del 3 ottobre (in ricordo del giorno in cui, nel 2013, di fronte l’isola vi fu il più grave naufragio di migranti del Mediterraneo).
Alla luce delle disposizioni di sicurezza sanitaria e per evitare di creare situazioni di potenziale rischio di contagio, non si terranno iniziative pubbliche in presenza, raduni, cortei, né la tradizionale “marcia degli studenti” (che avrebbe determinato l’arrivo sull’Iisola di centinaia di studenti provenienti da altre regioni italiane e paesi europei). La decisione è stata presa d’intesa con il Dirigente scolastico dell’Istituto omnicomprensivo di Lampedusa e Linosa, nella convinzione che quest’anno la data del 3 Ottobre possa essere celebrata in modo alternativo e simbolico, con eguale intensità rispetto al passato ma senza determinare situazioni a rischio sanitario. Si tratta di una scelta di responsabilità.
Al più presto sarà comunicato il programma degli eventi simbolici previsti per il 3 ottobre di quest’anno.