Ambulanza ferma per sportello rotto e paziente muore, indaga la Procura di Agrigento

La Procura della Repubblica di Agrigento, ha aperto un’inchiesta per il momento a carico di ignoti, ipotizzando il reato di omicidio colposo, per un quarantottenne morto improvvisamente in seguito a un malore. L’ambulanza sarebbe arrivata senza il medico a bordo, dopo mezz’ora dalla chiamata, e per il tempo perso nel chiudere lo sportello rotto, il paziente è deceduto. L’inchiesta dopo la denuncia del figlio della vittima. Nelle scorse ore e’ stato conferito l’incarico ed eseguita l’autopsia per fare luce sulle cause della morte dell’uomo che era stato assunto da Amazon in Lombardia. Il pubblico ministero Cecilia Baravelli ha affidato l’incarico al medico legale Sergio Cinque e al medico del lavoro Giuseppe Abbita.

I familiari del quarantottenne, assistiti in qualita’ di “parti offese” dagli avvocati Daniela Posante e Antonella Arcieri, hanno nominato come consulente di parte il medico legale Alberto Alongi. Il quarantottenne, nelle scorse settimane, aveva accusato i sintomi di una gastroenterite in provincia di Bergamo dove si trovava per lavoro, essendo stato assunto alle dipendenze del colosso americano. Dopo essere stato dimesso dall’ospedale lombardo era rientrato ad Agrigento. Venerdi’ pomeriggio il nuovo malore con sintomi di spossatezza e febbre alta. La febbre cala con la tachipirina ma l’indomani il quadro clinico si aggrava, pur non avendo febbre. Da li’ la decisione di chiamare il 118 per il trasporto in ospedale. Il mezzo di soccorso, secondo quanto denunciato dal figlio, sarebbe arrivato senza il medico a bordo dopo una trentina di minuti ma, soprattutto, avrebbe tardato diversi minuti prima di ripartire perche’ lo sportello era rotto e non si riusciva a chiudere. Per consentire la chiusura il fratello del quarantottenne, nel frattempo arrivato in soccorso, avrebbe usato un filo. Infine il trasporto in ospedale dove l’uomo arriva morto. Il pm chiede di accertare la condotta dei medici dell’ospedale lombardo e l’eventuale nesso fra le modalità e i tempi di intervento e il decesso dell’uomo.