L’Akragas rinasce dall’Olimpica: presidente pro tempore l’assessore Amico

AGRIGENTO. E’ il giorno della verità: oggi rinasce il calcio ad Agrigento sulle ceneri della vecchia Akragas. Stamattina sarà formalizzata alla Lega sicula della Figc la richiesta di iscrizione della nuova società agrigentina al campionato di Promozione. Si chiamerà Olimpica Akragas ed è pronta a depositare tutti gli atti alla Figc. Il primo atto sarà il versamento di 7.500 euro per l’iscrizione. Ieri l’assessore allo Sport, Giovanni Amico che si è fatto carico di rilanciare il calcio in città, ha annunciato che il primo adempimento, cioè la raccolta della cifra per l’iscrizione era già completo per l’80 per cento.

Significa che erano stati racimolati 6.000 euro a fronte della cifra totale. Ma Amico è sicuro che non ci saranno comunque problemi a completare il versamento ed iscrivere la società. Il secondo passaggio sarà quello di “mantenere” economicamente la squadra per affrontare un campionato di Promozione. “Io ho preso un impegno ben preciso con il presidente della Lega, Santino Lo Presti – ha detto l’assessore Amico – e sostanzialmente lo voglio mantenere. Le difficoltà sono molte, perché ancora oggi la disponibilità che abbiamo per potere sopportare un campionato di Promozione, non è ancora sufficiente. Però ritengo ancora che la città possa fare uno sforzo per realizzare l’obiettivo di mantenere un titolo regionale e ricominciare a costruire un percorso. Un percorso – aggiunge Amico – nel quale proveremo a coinvolgere soggetti imprenditoriali più robusti che possano darci una mano”. Amico parla della nuova società: “Il nome lo abbiamo già scelto quando abbiamo deciso di costituire l’associazione: si chiama Olimpica Akragas – dice l’assessore – ed è un modo per unire il nome greco della città alle gesta dell’Esseneto, dell’atleta olimpico a cui Agrigento ha dato i natali. Questo è il nome.

Per quanto riguarda l’organigramma, avendo costituito io stesso l’associazione con due miei amici che non hanno mai fatto calcio, io sarei il presidente – aggiunge Giovanni Amico – fino a che non riusciamo ad individuare un soggetto che possa caricarsi la responsabilità, l’onere e l’onore di portare avanti un progetto sportivo per l’Akragas. In questo momento il presidente sono io ma è una posizione transitoria che serve a traghettare questa fase della società”.

Dopo la mancata iscrizione dell’Atletico Ribera la Lega aveva riaperto i termini per le società di Prima categoria delle zone di Agrigento, Caltanissetta, Palermo e Trapani ma nessuna istanza è stata presentata per un eventuale ripescaggio. A questo punto, il presidente regionale della Lnd Sicilia, Santino Lo Presti si è avvalso di un preciso articolo delle Carte Federali, oltre ad avere informato preventivamente della decisione la Lega Nazionale Dilettanti, ed ha acconsentito all’ammissione della nuova società agrigentina in Promozione. La Lega ha comunque dato tempo, per fare in modo che si completi la pratica, entro il 21 agosto ma la prima condizione posta è stata la formalizzazione dell’iscrizione entro la giornata di oggi con il versamento della quota federale di 7.500 euro. Questo perché, domenica 26 agosto è prevista la prima fase dei 32esimi di finale di Coppa Italia, memorial Orazio Siino e gli accoppiamenti sono stati fatti. È stato deciso che il Salemi, chiamato al primo spareggio con l’Atletico Ribera, è direttamente ammesso alla seconda fase del torneo. Sostanzialmente se sarà iscritta, l’Akragas 2.0 esordirà in campionato il 9 settembre senza disputare la Coppa Italia. Dunque le compagini agrigentine che militeranno in Promozione saranno 5 (se oggi verrà ufficializzata l’iscrizione dell’Akragas): Casteltermini, Gattopardo, Kamarat e Libertas Racalmuto. In tutto, il girone è composto da 16 squadre.