La vittoria torna a casa: #FortitudoCasale 75-67

Agrigento rispetta il pronostico, interrompe la serie negativa è torna a vincere davanti il proprio pubblico . La Fortitudo batte Casale Monferrato 75-67 al termine di una partita dominata in tutte le frazioni di gioco e con una prestazione corale, fatta di qualità e ritmo.

Fortitudo Moncada Agrigento – Novipiù Casale Monferrato 75-67 (24-20; 45-31; 63-54)
Fortitudo Moncada Agrigento: Bucci 2 (1/2, 0/2), Buford 15 (5/11, 1/2, 2/4 tl), Cuffaro ne, Zugno 5 (2/2, 1/1 tl), Evangelisti 21 (4/5, 3/5, 4/4 tl), A. Tartaglia, Ferraro 5 (1/3, 1/3), M. Tartaglia, Chiarastella 4 (2/3), De Laurentiis 4 (2/6), Piazza ne, Bell-Holter 19 (7/12, 0/2, 5/5 tl). All. Franco Ciani
Novipiù Casale Monferrato: Tolbert 10 (5/12), Denegri, Tomassini 12 (3/7, 2/2), Natali 2 (0/1 da tre, 2/2 tl), Blizzard 6 (2/5, 0/4, 2/2 tl), Di Bella 2 (1/3), Martinoni 14 (5/6, 1/2, 1/2 tl), Emegano 16 (3/12, 2/4, 4/4 tl), Severini 5 (2/2, 1/2 tl), Bellan (0/1 da tre). All. Marco Ramondino
Una partita che già si preannunciava difficile, giocata ancora una volta privi di Alessandro Piazza e con altri guai in corso d’opera.
Una partita, scrive l’ufficio stampa,  in cui si sono fermati, infatti, anche Albano Chiarastella e Rino De Laurentiis nel secondo quarto, per problemi fisici da valutare a partire da domani. Ma la Fortitudo Moncada Agrigento aveva voglia di tornare a vincere, di celebrare un successo insieme al proprio pubblico, e ha prodotto per lunghi tratti la miglior pallacanestro della stagione, toccando anche il +17 in avvio di secondo quarto (50-33) prima dell’inevitabile reazione d’orgoglio di una Novipiù che, al di là della classifica, si conferma squadra di livello.
I piemontesi sembravano aver trovato subito un buon ritmo, tanto da prendersi anche 6 punti di vantaggio sul 14-20, ma un paio di triple di Evangelisti (“alla Evangelisti”) hanno messo il turbo ai biancazzurri, che hanno avuto una notevole produzione da parte della coppia Buford – Bell-Holter, energia e ordine da parte di tutti, a partire da un Ruben Zugno molto giudizioso nelle scelte.
Complici i guai fisici già citati, però, Agrigento ha dovuto inevitabilmente attraversare qualche passaggio a vuoto, ma come dirà Damen Bell-Holter in sala stampa “abbiamo resistito alla tempesta, con tutti i giocatori entrati dalla panchina a dare un grande contributo, come ha fatto Innocenzo [Ferraro] subendo tre sfondamenti e dandoci tanta sostanza”.
Due punti importanti, ma soprattutto un “bel” modo di vincere, facendo capire che non è un inizio di stagione al di sotto delle aspettative a poter togliere la fame di vittoria a questo gruppo. Adesso c’è da pensare al prossimo impegno, sul campo della Remer Treviglio.
Fortitudo Moncada Agrigento – Novipiù Casale Monferrato 75-67 (24-20; 45-31; 63-54)
Fortitudo Moncada Agrigento: Bucci 2 (1/2, 0/2), Buford 15 (5/11, 1/2, 2/4 tl), Cuffaro ne, Zugno 5 (2/2, 1/1 tl), Evangelisti 21 (4/5, 3/5, 4/4 tl), A. Tartaglia, Ferraro 5 (1/3, 1/3), M. Tartaglia, Chiarastella 4 (2/3), De Laurentiis 4 (2/6), Piazza ne, Bell-Holter 19 (7/12, 0/2, 5/5 tl). All. Franco Ciani
Novipiù Casale Monferrato: Tolbert 10 (5/12), Denegri, Tomassini 12 (3/7, 2/2), Natali 2 (0/1 da tre, 2/2 tl), Blizzard 6 (2/5, 0/4, 2/2 tl), Di Bella 2 (1/3), Martinoni 14 (5/6, 1/2, 1/2 tl), Emegano 16 (3/12, 2/4, 4/4 tl), Severini 5 (2/2, 1/2 tl), Bellan (0/1 da tre). All. Marco Ramondino