La visita del Presidente Musumeci ad Agrigento – VIDEO

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci  nella mattinata di oggi si trova in visita ad Agrigento. Ha incontrato il personale regionale negli uffici del Genio civile, della Soprintendenza ai Beni culturali e della Protezione civile. Nella tarda mattinata, l’unica tappa ufficiale del governatore sarà quella al carcere della città dei Templi, le cui criticità Musumeci ha denunciato in una dettagliata nota inoltrata al ministro della Giustizia. Nel pomeriggio, il presidente della Regione effettuerà alcuni sopralluoghi nel territorio di Sciacca, prima di fare rientro a Palermo.

Agrigento, Musumeci fotografa il carcere Petrusa: struttura non fa onore al sistema carcerario italiano – VIDEO

Il presidente Musumeci in visita ad Agrigento

Prima tappa il Genio civile per fare il punto sulle attività svolte e quelle programmate per il 2020

Il presidente della Regione, Nello Musumeci, oggi in visita ad Agrigento, ha incontrato, tra l’altro, anche il personale del Genio civile diretto dall’architetto Rino La Mendola, con i quali ha fatto il punto della situazione sulle attività svolte dall’Ufficio e su quelle da svolgere durante il prossimo anno, per offrire servizi sempre più efficienti all’utenza e supportare le amministrazioni locali soprattutto nell’ambito delle infrastrutture e dell’emergenza idrogeologica. All’incontro presenti anche Salvatore Lizzio, dirigente del Dipartimento Tecnico regionale e l’onorevole Giusi Savarino.

“Una giornata tutta agrigentina per parlare delle cose da fare, evidenziare le carenze ed esaltare le potenzialità e le cose positive – afferma il presidente Musumeci – E’ una visita non ufficiale, incontro il personale dell’amministrazione regionale, cominciando dal Genio civile poi altri uffici. Farò una visita al carcere del quale mi sto occupando, poiché ritengo giusto che una società civile sappia avere rispetto anche per i detenuti. Il carcere agrigentino presenta molte criticità non soltanto nelle strutture ma anche nel personale e nei servizi”.

Numerosi i dipendenti del Genio civile che hanno incontrato il Presidente affrontando temi che interessano l’intera collettività.

“Innanzitutto, mi preme ringraziare i dipendenti del Genio civile per la buona volontà e la professionalità spese a vantaggio delle attività svolte e da svolgere – afferma Rino La Mendola – Attività rese possibili dagli input e dall’attenzione che il presidente Musumeci, l’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone e il direttore Salvatore Lizzio rivolgono al nostro territorio. Durante l’incontro di oggi, abbiamo parlato degli ipogei e delle risorse utili alla fase di rilievo delle cavità sotterranee e per la progettazione di interventi di messa in sicurezza e di valorizzazione anche ai fini turistici degli ipogei del Purgatorio e dell’Acqua Amara così come di interventi sui corsi di acqua: ne abbiamo già progettati diciotto, parte del quali sono già in corso di esecuzione. In tal senso, il Presidente ci ha assicurato che saranno reperite altre risorse per eventuali nuove condizioni di emergenza idrogeologica”.

Sotto la lente di ingrandimento anche i controlli sui ponti che il Genio civile ha già avviato sulle strade provinciali  “con incarichi affidati a liberi professionisti che ispezioneranno e rileveranno lo stato di efficienza di ben 150 ponti – aggiunge Rino La Mendola – Durante l’incontro, abbiamo discusso dello snellimento delle procedure, processo avviato negli ultimi mesi, grazie al quale oggi i tecnici incaricati possono depositare i progetti direttamente dal proprio studio professionale, utilizzando la piattaforma informatica. Insomma, abbiamo fatto il bilancio delle attività svolte nel corso dell’anno individuando contestualmente le priorità a cui riservare particolare attenzione nel corso del prossimo anno.

Tra queste, oltre all’efficienza dei servizi da offrire all’utenza e agli interventi sui corsi d’acqua in caso di emergenza idrogeologica, ci siamo soffermati sul supporto che potremo offrire al Libero Consorzio nella manutenzione delle strade provinciali, attraverso un accordo quadro stipulato dal Dipartimento Tecnico regionale con un operatore economico. L’accordo quadro semplificherà notevolmente gli interventi di manutenzione che potremo eseguire velocemente in relazione alle criticità che si dovessero rilevare, entro i limiti delle risorse assegnate”.

“E’ una occasione unica, che non si era mai presentata – commenta Salvatore Lizzio – ed è anche un’occasione per dire al Presidente quello che gli Uffici stanno già facendo. Uffici che, in questo momento, sono avviati a grande velocità a dare risposte sul territorio. Il Genio civile, soprattutto, sta dando risposte nella pulizia dei fiumi, nella sistemazione di bacini idrografici, nello studio degli ipogei, nella sistemazione delle strade anche provinciali. Un Ufficio che sta operando bene, e sta continuando a farlo, così come sta facendo l’ufficio per l’espletamento delle gare d’appalto”.