La Uil denuncia portale dell’INPS in tilt

Come era prevedibile, dopo poche ore, dalle 2 alle 7 della scorsa notte, il server dell’INPS è andato in tilt, creando non pochi disagi ai patronati e ai cittadini, alcuni dei quali erano convinti che fosse in atto il click day.
Lo denunciano il segretario generale della UIL, Gero Acquisto e il direttore della Ital Uil, Giovanni Miceli. 
“In poco meno di cinque ore – dicono Acquisto e Miceli – abbiamo potuto esitate pochissime pratiche come Patronato per fare avere i diversi bonus messi in campo dal Governo, a causa del Codiv 19. Anche dalle altre province, abbiamo appurato che si è registrata la stessa situazione. Dalle 7 di questa mattina il sito è bloccato, malgrado le rassicurazioni del direttore generale dell’INPS, Tridico. Sembra, che ogni cento accessi, il sito si blocca, quindi, è molto complesso il sistema della presentazione di ogni singola pratica. L’INPS, ancora una volta. Non si è dimostrata al passo con i tempi perché dovevano prevedere che decine di milioni tra cittadini, enti di Patronato, commercialisti ed altri professionisti si sarebbero accaldato nella presentazione delle domande. La mostra organizzazione rimane a completa disposizione dei cittadini utenti che hanno diritto a richiedere uno dei bonus messi in campo dal Governo”.