La Open Arms a Porto Empedocle: i minori sbarcati e trasferiti a Villa Sikania, gli adulti su nave quarantena

La Open Arms, la nave della ong spagnola, con a bordo 265 migranti soccorsi in due operazioni nel Mediterraneo centrale, è ferma nel mare di Porto Empedocle. Dopo il rifiuto di Malta, l’Italia ha assegnato Porto Empedocle come porto di sbarco.

I circa 50 minorenni, la maggior parte dei quali non accompagnati, sono risultati tutti negativi al tampone rapido anti-Covid, e trasbordati sulle motovedette, portati sulla banchina dello scalo di Porto Empedocle.

Dopo l’identificazione all’interno della tensostruttura della Protezione civile, saranno trasferiti al centro d’accoglienza “Villa Sikania” di Siculiana.

Tutti gli altri, uomini e donne, saranno trasferiti sulla nave quarantena “Rhapsody”, ferma in rada tra Agrigento e Porto Empedocle.