La magia di pranzare e cenare all’interno di un ipogeo, ad Agrigento è possibile

Boccon divino bistrot tra passato e presente: svelato l’Ipogeo sotterraneo.

Da grotte antiche ad angolo degustazioni, il ristorante e bistrot nel cuore della città dei templi con angoli tutti da scoprire. (GUARDA IL VIDEO)

Cenare o pranzare all’interno di un Ipogeo, ad Agrigento è possibile. Siamo al Boccon Divino Bistrot, il ristorante di recente apertura che si trova in piazzetta Alajmo, nel cuore della città dei Templi, lungo la via Atenea. Fuori tavoli e ombrelloni per godere del clima mite con la sua lunga stagionalità, all’interno una vera chicca che lo rende unico nel panorama cittadino e,  forse, anche regionale. Uno spazio sotterraneo che ha vissuto diverse epoche, con le sue conseguenti trasformazioni, sede naturale per la cantina con una carta molto assortita,  con etichette prevalentemente regionali. La temperatura stabile, 18 gradi, che consente di poter godere di clima ideale nelle giornate estive e anche in periodi autunnali e invernali senza l’ausilio di climatizzatori. I tavoli collocati tra le pareti di calcarenite  e l’ingresso all’ipogeo che sale fino ad addentrarsi nelle viscere della città. Una cantina vinicola dove poter godere di uno spazio suggestivo accompagnati da diverse tipologie di pietanze.

L’esotico ambiente è arricchito dal menù proposto dallo chef Gerlando Bonfiglio. Il locale, “rivede la luce” grazie al ritrovamento ed al recupero da parte di Dario e Giuseppe Priolo, imprenditori lungimiranti che, dopo un’accurata opera di ristrutturazione conservativa, restituiscono agli agrigentini un luogo suggestivo e decisamente unico nel suo genere.

L’Ipogeo si presta non solo per cene esclusive ma anche per eventi culturali, i visitatori saranno accolti dalla cantina di vini incastonata nel tufo e dall’incredibile “cave bar”. 

Il processo di ristrutturazione, dalla scoperta alla bonifica degli spazi, insieme alle testimonianze degli abitanti più anziani del quartiere, hanno dato vita a un locale davvero esclusivo che merita sicuramente di essere scoperto. 

NON SOLO CARNE: ANCHE FORMAGGI E SALUMI

“Abbiamo voluto recuperare formaggi siciliani ed d’eccellenze del nostro territorio, da piccoli produttori e creare dei taglieri particolari- dice Gerlando Bonfiglio-. Ma anche i salumi con maialino dei Nebrodi e formaggi aromatizzati al pistacchio. Da noi si può spaziare dai piatti tipici come le arancine, sarde a beccafico rivisitati con una ricetta tipica agrigentino fino alla carne alla brace. Tutti prodotti rigorosamente selezionati e legati alla stagione. Per chi ama il pesce puntiamo sul tonno scottato e fritture miste. In questo periodo autunnale abbiamo aggiunto al menù ravioli farciti con formaggio di taleggio e tante altre prelibatezze che vi invitiamo a venire a scoprire”. Particolare attenzione è data anche ai dolci, anche qui si segue la tipicità con tortini a base di ricotta di pecora siciliana, mandorle e pistacchi.