Festa della Polizia ad Agrigento, foto Sandro Catanese

di Alfonsa Butticè

(foto: Sandro Catanese)

Il Prefetto di Agrigento Nicola Diomede e il Questore Mario Finocchiaro hanno aperto la cerimonia celebrativa del 165° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato, a 70 anni dalla fondazione della Polizia Stradale e a 110 anni dalla fondazione della Polizia Ferroviaria. Il Questore di Agrigento ha dichiarato: “la presenza mafiosa nel nostro territorio ha avuto dei colpi notevoli, anche quest’anno vi sono state diverse operazioni non solo svolte da noi ma anche da altre forze dell’ordine, – continua Finocchiaro – è chiaro che rispetto agli anni passati c’è una diminuzione delle forze di organizzazioni mafiose, ma questo non vuol dire che si deve abbassare la guardia, manteniamo sempre alta l’attenzione e le indagini sono sempre in corso.”

La cerimonia si è svolta nell’atrio del complesso della Polizia di Stato “Domenico Anghelone” alla presenza di varie autorità delle forze dell’ordine locali, Il Procuratore della Repubblica di Agrigento Luigi Patronaggio, chi lo ha succeduto: Renato Di Natale e Aldo Lo Presti Seminerio, il Cardinale Francesco Montenegro, il direttore generale dell’Asp di Agrigento Salvatore Ficarra, il Provveditore agli studi di Agrigento Raffaele Zarbo e il vice sindaco di Agrigento Elisa Virone. Presente una delegazione di scolari e associazioni civili di volontariato.

Dopo la lettura dei messaggi del Presidente del Consiglio dei Ministri e del Capo della Polizia di Stato Gabrielli, con i saluti e il discorso del Questore della Provincia di Agrigento Mario Finocchiaro ha avuto inizio la consegna delle ricompense e dei riconoscimenti a ventuno poliziotti che si sono distinti per particolari meriti di servizio. “E’ vero che premiamo alcuni che si sono distinti in particolari operazioni, – ha dichiarato il Questore – ma questi premi non ci sarebbero stati se tutti i poliziotti non avessero contribuito, magari quest’anno non sono stati premiati ma lo saranno probabilmente l’anno prossimo”.

Questi i 21 poliziotti che hanno ricevuto Encomio e Lode consegnata dal Prefetto di Agrigento Nicola Diomede, alla presenza dei propri familiari:

Encomio concesso al Commissario Capo Vincenzo Di Piazza e all’Ispettore superiore Gaetano Fantucchio.

Lode al sovrintendente Anselmo Gentile, al vice sovrintendente Alfonso Tirone, all’assistente capo Valerio Di Vita, all’assistente capo Giuseppe Mannina e all’assistente capo Igor Gianfranco Taormina, “per essersi distinti evidenziando spiccato intuito e notevole professionalità, espletavano un’operazione di polizia giudiziaria che consentiva di assicurare alla giustizia quattro soggetti responsabili di tentata estorsione, avvenuta in Agrigento il 10 novembre 2015″.

Encomio al Commissario capo Tommaso Amato: “Dimostrando intuito investigativo e notevole professionalità dirigeva un’operazione di polizia giudiziaria culminata nell’arresto di un soggetto, responsabile del delitto di strage. Agrigento, 26 luglio 2015”.

Encomio al vice sovrintendente Fabio Alessi e all’assistente capo Vincenzo Territo: “Evidenziando spiccate capacità professionali e notevole intuito investigativo, a seguito dello sbarco di numerosi immigrati, traevano in arresto due soggetti, responsabili di omicidio aggravato ed associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Lampedusa, 27 agosto 2015”.

Encomio all’assistente capo Cristian Cammalleri: “Libero dal servizio, dimostrando spirito di umana solidarietà e coraggio, si distingueva in un intervento di soccorso pubblico in favore di tre persone in balia del mare. San Leone 26 giugno 2015”.

Lode al vice questore aggiunto Cesare Castelli: “Denotando intuito e capacità professionali dirigeva un’indagine di polizia giudiziaria che culminava con l’arresto di due soggetti, responsabili di rapina, ed il deferimento di un terzo per concorso nello stesso reato. Porto Empedocle, 1 settembre 2015”.

Lode al commissario capo Giovanni Minardi e all’assistente capo Rosario Schillaci: “per l’impegno profuso nell’espletare un’operazione di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto, in flagranza di reato, di un italiano responsabile di coltivazione e detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti, detenzione abusiva di munizioni e furto aggravato. Palma di Montechiaro, 30 marzo 2015”.

Lode al commissario capo Marco Alletto e all’assistente capo Pietro Infusino: “con professionalità espletavano un’indagine culminata nell’arresto degli autori di un tentato omicidio. Licata, 7 luglio 2015″.

Lode all’Ispettore capo Pietro Curto, al vice sovrintendente Giuseppe Argento e al vice sovrintendente Vincenzo Ilardi: “con professionalità e competenza espletavano un’indagine di polizia giudiziaria che consentiva di assicurare alla giustizia dodici persone, responsabili di uso fraudolento di carte di credito e detenzione di cocaina. Agrigento, 10 febbraio 2014”.

Lode al vice sovrintendente Roberto Amoroso e all’assistente capo Santino Cosenza: “in servizio presso il posto di polizia ferroviaria, con capacità professionali si distinguevano in un’attività di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto di due soggetti, responsabili di ricettazione di rame e la denuncia di un terzo individuo. Racalmuto, 23 settembre 2015″.

 

 

 

 

La festa della Polizia ad Agrigento: le Foto di Sandro Catanese

Clicca per guardare le foto :

https://www.facebook.com/agrigentooggi.webgiornale/posts/1296422910464523