l caso Moro, quarant’anni dopo”: il Libero Consorzio ricorda lo statista  ucciso dalle Brigate Rosse

Il caso Moro, quarant’anni dopo”: il Libero Consorzio ricorda lo statista  ucciso dalle Brigate Rosse.

 

COMUNICATO – “Il caso Moro, quarant’anni dopo” è il titolo dell’incontro in programma martedì 8 maggio, alle ore 15,30, nell’aula del Giardino Botanico del Libero Consorzio Comunale di Agrigento intitolata allo statista rapito ed ucciso dalle Brigate Rosse il 9 maggio del 1978.

L’ex Provincia Regionale ha scelto di ricordare, così, la figura di Moro con un incontro del Commissario straordinario del Libero Consorzio, dott. Alberto Di Pisa, con gli studenti del Liceo Scientifico e delle Scienze Umane “Raffaello Politi” di Agrigento.

Sono trascorsi quattro decenni dal giorno in cui Aldo Moro venne rapito in via Fani, per poi essere ritrovato morto cinquantacinque giorni dopo con il corpo disteso nel bagagliaio di una Renault 4 rossa parcheggiata in via Caetani , a metà strada fra la sede della DC in piazza del Gesù e quella del PCI in via Botteghe Oscure.

Il dott. Girolamo Di Pisa, recentemente, ha fatto, anche, delle ricerche storiche ed ha scritto, inoltre, un saggio dal titolo Via Fani, 16 marzo del 1978. I segreti inesplorati sul caso Moro”, nel quale analizza alcuni punti oscuri che ancora permangono e che non sono stati sufficientemente approfonditi.

Alberto Di Pisa, ricordiamo, è un Magistrato in quiescenza, già Procuratore Generale aggiunto presso la Corte d’Appello di Palermo e Procuratore della Repubblica a Termini Imerese e Marsala. Ha fatto parte del Pool antimafia ideato da Rocco Chinnici ed è stato tra i giudici che hanno istruito il maxiprocesso di Palermo.

L’incontro si inserisce nel contesto del progetto di Alternanza Scuola – Lavoro denominato “Fuoriclasse”, che alcuni studenti del Liceo “Politi” di Agrigento svolgono nel’ Settore Urp e Stampa del Libero Consorzio Comunale di Agrigento.