ItalExit. Si dimettono i coordinatori provinciali della Sicilia

Bufera in “casa” ItalExit di Gianluigi Paragone (nella foto). Si dimettono i coordinatori provinciali della Sicilia: Vittoria Di Bella Coordinatore provinciale di Palermo e del direttivo nazionale, Enzo Nicastro Coordinatore provinciale Siracusa, Erika Bengasi di Enna, Manuel Samaritano Coordinatore provinciale di Agrigento, Fabio Catrisano della città di Bagheria, Francesco Bruno Coordinatore Isola delle Femmine , Antonella Bellavia Coordinatore città di Siracusa , Davide Melluso della città di Floridia, Nilo Settipani di Augusta, Andrea Nicastro Coordinatore città Lentini/Carlentini/Francoforte. In una nota congiunta affermano: “Abbiamo creduto che spendendo il nostro tempo nel costruire il partito Italexit e avendo tanto di statuto e codice etico saremmo stati tutti difesi da questi strumenti democratici. In quel momento tutti noi abbiamo creduto ad una svolta epocale, invece purtroppo i “Cerchi Magici” sono sopravvissuti. La gestione delle liste è stata poco chiara e nebulosa. Abbiamo più volte ristampato i moduli firme, per errori banali fatti dal coordinamento nazionale.  Abbiamo cominciato a raccogliere le firme in modo incessante, per poi scoprire che un gruppetto di marionette (Alternativa) (a cui erano stati dati tanti seggi in tutta Italia non prendendo in considerazione i coordinatori di zona)si erano ritirati dall’accordo con Italexit, ed a noi ci è toccato ancora ed ancora una volta ristampare i moduli e ritrovarci new entry capolista e ricominciare con la raccolta firme. Abbiamo sperato che si portasse avanti il progetto per le Regionali ,(per altro argomento abbondantemente, discusso) in concomitanza con le votazioni del 25 settembre, ma anche in questo caso si è manifestato un totale ” disinteresse ” verso i temi regionali rispetto a quelli nazionali. Per tali motivi con grandissima amarezza, abbiamo deciso di presentare le nostre dimissioni irrevocabili. Speriamo in un’Italia migliore e soprattutto più democratica”.