Intervista al Presidente della SAMO ONLUS Luigi Zancla

Chiediamo, al Presidente della SAMO ONLUS, Dott. Luigi Zancla, di dare un quadro realistico sui risultati fin qui raggiunti dal sistema degli interventi di cure di supporto socio-sanitario domiciliare in favore dei soggetti affetti da malattie inguaribili a rapida evoluzione, in fase avanzata

Prendo spunto dalla mia esperienza di presidente della SAMO, associazione senza fine di lucro che assiste gratuitamente a domicilio, da circa 20 anni, dice Zancla, i malati terminali in Sicilia, per affermare che il livello di assistenza raggiunto in questo specifico settore dalle ONLUS siciliane accreditate è di assoluta eccellenza; fino al 2010, l’Assistenza domiciliare palliativa, era insufficiente per una copertura capillare di tutto il territorio siciliano, sempre più concentrata nelle aree urbane della regione e non in grado di conciliare le crescenti aspettative delle periferie provinciali.

Queste criticità di cui Lei parla, sono state superate dall ‘Assessorato alla Salute ? Sul piano assolutamente normativo, risponde Zancla, l’Assessorato alla salute , ha fatto compiere alla rete di cure palliative, passi da gigante, portando avanti un modello di assistenza socio-sanitaria innovativo in campo nazionale, ponendo la Sicilia all’avanguardia, sistema fondato sul rispetto dei principi della programmazione sanitaria regionale, in termini di sviluppo quali – quantitativo e di complessità dei servizi forniti, realizzando, peraltro, cospicui risparmi economici a favore della spesa pubblica sanitaria. L’intuizione, dell’Amministrazione regionale è stata di riconoscere, una chance a quell’associazionismo già operante in Sicilia, al fine di ottimizzare quelle esperienze e professionalità ben radicate nella Regione, riconoscendo, a quelle meritevoli, l’accreditamento istituzionale con il servizio SSR; purtroppo, ad oggi, lamenta Zancla, il sistema assistenziale non copre in maniera omogenea tutto il territorio regionale.

Come si può accedere, chiediamo al Presidente, al servizio di assistenza domiciliare ? In linea generale, su richiesta del medico di base, fatte alcune eccezioni procedurali, che per brevità non enuncio, si accede alle cure per il tramite delle ASP che svolgono un lavoro di significativa qualità.

Presidente, il fabbisogno assistenziale regionale delle cure palliative lo ritiene potenzialmente soddisfatto dall’ offerta dei servizi erogabili dalle onlus Siciliane? Certamente si, e mi permetta di aggiungere che le onlus siciliane, in sinergia con le ASP di pertinenza, mantengono nell’espletamento della loro attività, un elevato target etico, che le distingue da tante altre strutture che operano principalmente per fini commerciali.

Presidente cosa intende per elevato target etico? Sicuramente un servizio, che assicuri continuità ed uniformità assistenziale, oltre che una elevata e qualificata professionalità in termini di appropriatezza organizzativa mirata a garantire la tutela della dignità del malato alla fine del suo percorso di vita e mantenendo ferma la natura di organizzazione non lucrativa di utilità sociale.

Grazie presidente e buon lavoro