Iniziare a fare trading online: la scelta giusta per il 2020?

Il trading online è ricco di potenzialità, nonché un’attività finanziaria ormai maggiormente accessibile a più persone.

Naturalmente, sono disponibili diversi strumenti di cui poter usufruire per iniziare col piede giusto. Si consiglia di non sottovalutare l’importanza della parte teorica, poiché il trading è ricco di termini tecnici e, senza le conoscenze basilari, potrebbe risultare complesso addentrarsi tra le dinamiche del mondo delle finanze.

Pertanto, si consiglia di consultare guidatradingonline.net; siti come questo risultano dei punti di riferimento per guidare i trader verso la strada giusta per la propria attività finanziaria.

Trading online: cosa significa

Il trading, abbreviato con TOL, è l’attività finanziaria che consente di comprare o vendere determinati asset o beni quotati in Borsa.

Si tratta di una modalità d’investimento molto più pratica rispetto alle maniere tradizionali di accesso ai mercati finanziari, poiché consente di operare direttamente da casa e durante gli orari che più si preferiscono.

In più, con l’introduzione dei CFD, investire non significa più attendere che un titolo acquistato segua una tendenza positiva e, di conseguenza, il suo prezzo aumenti.

Attualmente, si ha l’opportunità di puntare anche al ribasso: vendendo al momento giusto, con la previsione di mercato corretta, si potrebbero riscontrare risultati positivi anche se il mercato ribassa.

Questo, stando alle molteplici opinioni presenti sul Web, è un vantaggio che consta di una duplice chance di profitto.

Dunque, fare trading online significa impegnarsi nella compravendita dei titoli più promettenti di mercato, con lo scopo di trarre ricavi dalle differenze di prezzo dal momento di acquisto a quello di vendita.

Fare trading è una truffa?

Il Web brulica di opinioni negative riguardanti il trading, ma è importante non lasciarsi influenzare da ciò.

Difatti, nonostante sia una realtà esistente, è possibile ovviare alla problematica delle truffe e negoziare online in totale sicurezza.

Il passo fondamentale per non incorrere in problematiche del genere, è la scelta del broker. Bisogna necessariamente verificare che la piattaforma sia regolamentata da enti dal calibro internazionale, il cui scopo è rendere i mercati sicuri e trasparenti. 

Ciò conferisce ai trader la possibilità di scambiare gli asset selezionati a prezzi competitivi e con la consapevolezza di non perdere tutto il proprio denaro.

Iniziare col Social Trading

Tra i broker più apprezzati ed utilizzati dalla community di trader, soprattutto i meno esperti, appare eToro.

Leader nel settore, il suo successo è legato all’introduzione di importanti funzioni che hanno agevolato il processo d’investimento ai novizi investitori.

In pratica, la piattaforma s’impone come un social network sul quale interagire con gli altri utenti. Ciò consente di potersi scambiare consigli di mercato in maniera rapida, così da approfittare istantaneamente delle situazioni più favorevoli ai propri progetti.

In realtà, la funzione principale proposta dal broker in questione è il Copy Trading, mediante la quale poter selezionare personalmente degli investitori e le loro mosse saranno replicate sul proprio profilo.

Appare un vantaggio più che valido per iniziare a comprendere le leggi dei mercati finanziari e quali sono le strategie più frequenti per trarre benefici dai beni più promettenti.

Naturalmente, ciò non significa avere la certezza di registrare esclusivamente risultati positivi, ma sembra un ottimo modo per cimentarsi nel mondo del trading se si ha poca dimestichezza con tali strumenti finanziari.

Su quali mercati è possibile operare?

Con la piattaforma giusta, è possibile accedere a diversi mercati e puntare su asset differenti tra loro. 

Si tratta, in realtà, di una buona strategia per diversificare il proprio wallet e marginalizzare le probabilità di rischio.

Tra i mercati in continua crescita, bisogna menzionare:

    • Forex: mercato su cui si scambiano le coppie di valute, nonché il più liquido al mondo;

 

  • Criptovalutario: si basa sullo scambio di criptovalute, monete digitali e decentralizzate;
  • Materie prime: definite “commodities”, occupano un mercato ampiamente scelto per l’ampia scelta che propongono ai trader;
  • Indici di Borsa: abbastanza stabili e punti di riferimento dell’economia di un intero Paese, hanno assunto una posizione importante nel portafoglio di molti broker.

 

Ciascun investitore, in base alle posizioni da voler assumere, è libero di selezionare uno o più mercati. 

Ad esempio, coloro che preferiscono posizioni short e chiuderle in breve lassi di tempo, potrebbero optare per il Forex.

Con le strategie giuste e idee ben chiare, fare trading online potrebbe condurre ai risultati sperati.