Indagati medici in servizio al Pronto Soccorso del San Giovanni di Dio

Tre medici, in servizio presso il Pronto Soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, sarebbero stati iscritti nel registro degli indagati per lesioni colpose per aver curato una ischemia retrobulbare come se fosse un’intossicazione. La paziente, di Aragona, ebbe gravi conseguenze.