In Sicilia i rifiuti finiscono in discarica, mancano impianti per la differenziata. L’assessore Hamel: “una vergogna”

I cittadini sono bravi a differenziare, la regione un pò meno. In tanti, quasi il 70% secondo gli ultimi dati diffusi dal Sindaco ad Agrigento, si impegnano a separare la plastica dal vetro, la carta dall’ umido, il secco, ecc. Eppure poi l’immondizia separata finisce insieme a quella indifferenziata: altro che riciclo, mancano gli impianti.
“Una vera vergogna” – ha sottolineato l’assessore Nello Hamel intervenuto al congresso provinciale di FederConsumatori.
Dopo anni di tentativi andati a vuoto e investimenti sprecati la raccolta differenziata dei rifiuti, in Sicilia è aumentata, attestandosi a percentuali molto alte.

Ma ora mancano gli impianti. E così in molti Comuni l’immondizia separata dagli abitanti viene ributtata nelle discariche, quindi rimescolata alla indifferenziata.

Durante il dibattito, sono stati affrontati vari argomenti, tra acqua, banche, sanità e rifiuti. Sul tema rifiuti è intervenuto l’assessore Nello Hamel che ha parlato di riduzione di Tari e ha chiesto a gran voce: “chiedo al Governo regionale che s’intervenga sul problema dell’impiantistica, perché è una vergogna nazionale che in Sicilia non si riesca a fare la raccolta differenziata per mancanza d’impianti”.