Il secco residuo si continuerà a smaltire nell’impianto di Cammarata: 750mila euro il costo

Con provvedimento del dirigente del settore ecologia, Mantione, è stato affidato dal comune di Agrigento il “servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani indifferenziati non pericolosi alla ditta Traina di Cammarata”. Fino al 31 gennaio  prossimo, dunque, il secco residuo sarà smaltito nell’impianto TMB di Cammarata  e il comune ha impegnato la somma di 750mila euro.  “L’Ordinanza del Presidente della Regione Siciliana e disposizioni attuative- si legge nel Provvedimento- autorizza il Comune di Agrigento  al conferimento dei R.S.U. indifferenziati non pericolosi prodotti nel proprio territorio, presso l’impianto di TMB di Cammarata (AG) gestito dalla ditta Traina srl”.