Il Museo Diocesano di Agrigento promuove “Rivus Artis Culturae – Libera l’arte.

Il Museo Diocesano di Agrigento promuove “Rivus Artis Culturae – Libera l’arte.

Il Museo esce fuori” un progetto ideato dalla storica dell’arte Doresita Marino per valorizzare e sostenere il sistema dell’arte colpito dal covid 19.
Doresita Marino spiega: Le precarie circostanze causate dal coronavirus hanno rivelato un disorientamento nella vita sociale; l’uomo non riconosce il suo vivere nel territorio cambiato nelle sue abitudini, nei comportamenti comuni, ma anche nella speranza di una certezza
Da questa riflessione socio-culturale che nasce Rivus Artis Culturae. Si tratta di un programma di iniziative culturali per incoraggiare, tutelare, valorizzare e sostenere il sistema dell’arte, che è risultato essere tra i settori maggiormente colpiti dall’emergenza del coronavirus. Sostenere il settore artistico significa rendere partecipe la popolazione di una missione salvifica della cultura della sua stessa società. L’obiettivo è di avvicinare la popolazione all’arte e alla storia che l’appartiene, per evitare che il rischio economico diventi, nella società, anche un rischio culturale, in cui l’uomo confuso nella sua stessa terra non ritrovi nel suo cammino le sue radici storico-artistiche e socio-culturali.
Il mancato turismo straniero graverà pesantemente sull’economia di un paese, ma la nostra popolazione ha bisogno oggi più che mai di essere salvata dai suoi luoghi d’arte e di sentirsi anche promotore, eroe della salvezza della sua cultura storico-artistica di appartenenza. L’idea è dunque quella di portare l’arte tra le persone.
Cos’è Rivus Artis culturae? Il nome Rivus significa in latino fiume, e il suo significato simbolico è quello di creare il fiume della cultura artistica che attraversi il cammino della sua terra tra la gente. Ma non solo, Rivus è l’anagramma di Virus, e in questo ribaltamento di lettere si intende mutare la minaccia del virus nella salvezza simbolica del fiume. Dell’acqua che scorre e che purifica l’uomo dalla paura e lo trascini alla guida storico-artistica della sua città, per l’appunto in un
Flusso dell’arte e della cultura: Rivus Artis Culturae

Spiega ancora Doresita Marino: Se i musei sono stati costruiti come custodi del sapere e dell’arte perché oggi non possiamo immaginare che lo spazio aperto, possa assolvere allo stesso ruolo?
Da questa riflessione – chiarisce l’ideatrice, nasce l’esigenza di far uscire il Museo Fuori, e far ritornare l’arte all’esterno, nel suo luogo di creazione.
L’arte è, infatti, parte dell’organismo di una società e di un territorio, le opere d’arte sono figlie dell’uomo, e noi vogliamo che oggi la società si riconosca come genitore del suo figlio, e che gli si dia la paternità di prendersene cura e di riconoscere le opere d’arte come parte di se stessi.
Rivus Artis Culturae presenta per il Museo Diocesano di Agrigento: “Libera L’arte. Il Museo esce fuori”.
E’ un’iniziativa ludico-didattica per valorizzare il sistema dell’arte del museo diocesano di Agrigento. Il progetto ha visto favorevole l’interesse del Direttore Padre Pontillo e della Dott.ssa Domenica Brancato, che si sono resi immediatamente disponibili per sostenere l’iniziativa come un segno di rinascita e ripartenza per valorizzare il grande tesoro artistico del Museo Diocesano di Agrigento.
L’evento intende coinvolgere i più piccoli, i bambini che più di tutti hanno visto privare la loro libertà senza capirne il motivo, difficile da comprendere, e che insieme ai genitori hanno sostenuto un enorme stress psicologico. L’idea è di premiare proprio i bambini, ricordargli che sono importanti e renderli eroi della salvezza dell’arte. D’altronde Albert Einstein diceva che la creatività è l’intelligenza che si diverte. Ma la creatività è anche il segno di libertà.
Oggi siamo stati privati della nostra libertà, ma non priviamo i bambini della loro creatività.
Il progetto ludico-culturale intende rendere protagonisti i bambini, farli sentire guerrieri di una grande battaglia in cui la loro missione ultima è quella di liberare un’opera d’arte. L’iniziativa sarà realizzata secondo le normative di distanziamento anti-covid ma sarà proprio questo distanziamento realizzato dai bambini e dai genitori a rendere tutto una grande opera d’arte!!!
I posti disponibili all’evento sono di 40 bambini accompagnati dai genitori. All’evento non saranno ammessi altri spettatori all’infuori dei genitori/accompagnatori dei propri figli per evitare il rischio di assembramento.
Per partecipare basta prenotarsi al 380 90 94089 o inviare un email a rivusartisculturae@libero.it
L’evento è totalmente gratuito e sarà tutti i Lunedì a partire dal 6 luglio fino al 20 Luglio. Dal momento che ogni evento sarà limitato solo ai partecipanti (bambini e genitori) Rivus Artis Culturae ha pensato che anche tutte le altre persone potranno visitare il “Libera l’Arte”.
Ogni sera di fronte la cattedrale potranno vedere una grande stella luminosa, attraverso un’installazione artistica. In questo modo anche il distanziamento diventa arte creata dagli stessi spettatori/genitori che ammirano il compito creativo che è stato affidato ai loro bambini di liberare l’arte, atterrata sulla terra come una stella candente.
Per ringraziarvi di aver esaudito il nostro desiderio che è anche il vostro desiderio di conoscere valorizzare e sostenere il sistema dell’arte, la stella dei partecipanti si illuminerà ogni sera nella Cattedrale di Agrigento, permettendo anche a tutta la popolazione di andare a trovare nel cuore del colle di Agrigento la stella del nostro patrimonio artistico ed esprimere il loro desiderio di bellezza.
Vi aspettiamo tra arte, cultura e musica e una stella che esaudisca i vostri desideri!!!
Ogni bambino riceverà un premio per aver liberato la sua opera d’arte!!
Non mancate il divertimento è assicurato!!
Luogo Piazza Don Minzoni – Cattedrale Di Agrigento
Tutti i Lunedi fino al 20 Luglio
Ore 19:00