Il governo può regolamentare la criptovaluta?

Le valute digitali sono un concetto relativamente nuovo che è riuscito a creare serie ondate nel settore finanziario. Tanto che le banche centrali di tutto il mondo si stanno ancora adattando alle implicazioni e all’impatto della tecnologia.

Bitcoin, blockchain e altre innovazioni stanno dimostrando di essere in grado di trasformare lo status quo, oltre a far avanzare le valute digitali nel loro insieme. Ciò lo rende un probabile concorrente per sostituire completamente la tradizionale valuta fiat, che a sua volta sta mettendo i governi in una posizione imbarazzante.

Il tema delle valute digitali e dei regolamenti è complicato. Le criptovalute, per loro natura, sono a ruota libera e non sono vincolate dai confini nazionali o dalle agenzie governative. Tuttavia, questa natura ammirevole introduce una situazione difficile per i responsabili politici che sono abituati a gestire definizioni semplici per le attività.

La regolamentazione è uno dei fattori più importanti che influenzano il prezzo di Bitcoin e altre criptovalute. L’ascesa di questa nuova forma di finanziamento è stata interrotta ogni volta che un governo presenta le sue politiche, con ogni paese che adotta un approccio diverso alla regolamentazione delle criptovalute.

Camminando su una linea sottile

La creazione di una legislazione che solleciti l’adozione di infrastrutture finanziarie all’avanguardia potrebbe fornire un notevole vantaggio alla competitività economica. Tuttavia, concedere troppa libertà alle persone potrebbe mettere a serio rischio l’integrità della carta moneta del paese. Per questo la Cina sta già pensando alla sua moneta digitale che è possibile negoziare già tramite Bitcoin Prime.

Un equilibrio deve ancora essere stabilito. Pertanto, i principali governi hanno reazioni diverse all’emergere di Bitcoin e altre criptovalute nei rispettivi paesi. Queste risposte hanno spaziato dall’esitazione e dalla paura all’accettazione genuina. Qualcosa su cui tutti possono essere d’accordo è che la scelta non dovrebbe essere presa alla leggera. 

Regolamenti canadesi e criptovalute

Le valute digitali stanno rapidamente diventando più diffuse nelle finanze canadesi. Ora più che mai, gli investitori stanno cercando di acquistare criptovaluta in Canada. Da quando sono diventati il ​​primo governo ad approvare una legge nazionale sulle valute digitali, i regolatori canadesi sono rimasti proattivi nel loro approccio alle criptovalute. Sono cautamente ottimisti e stanno cercando di promuovere l’innovazione proteggendo allo stesso tempo gli interessi degli investitori.

In Canada, le valute digitali sono regolamentate dalle leggi sui titoli come parte della direttiva dei regolatori dei titoli per la protezione del pubblico. La Canada Revenue Agency definisce la criptovaluta come una merce e gli stati che utilizzano la criptovaluta per pagare beni o servizi dovrebbero essere trattati allo stesso modo come una transazione di baratto. A causa del trattamento delle materie prime da parte della criptovaluta, ha di conseguenza vietato l’errata dichiarazione sfavorevole delle tasse. Detto questo, il panorama è in continua evoluzione, il che significa che i regolatori devono essere aggiornati per impedire agli appassionati di criptovalute di considerare gli Stati Uniti, l’Asia o l’Europa come alternative.

Progressi in altri paesi

Come nel caso di altri paesi, l’America ha molto in gioco e molto da guadagnare dall’adozione della criptovaluta e della tecnologia blockchain. È interessante notare che i legislatori hanno per lo più scelto di non riconoscere la tendenza in erba e invece di lasciarla esistere senza molto clamore.

Il governo federale degli Stati Uniti non ha ancora rivendicato il diritto di regolamentare esclusivamente le criptovalute. Stanno permettendo ai singoli stati di capire come i loro cittadini possono partecipare. New York, Nevada, Arizona, Vermont e Maine, tra gli altri stati, hanno finora presentato progetti di legge ai loro senati statali. Si occupano principalmente dell’uso appropriato di contratti intelligenti e registri blockchain per vari compiti come la tenuta dei registri.

La Svizzera sta abbracciando la criptovaluta nello stesso modo non regolamentare degli altri paesi europei. Il Consiglio federale svizzero afferma che, sebbene al momento non sia necessario regolamentare le criptovalute, sono in corso di adozione leggi sull’utilizzo di tali criptovalute da parte del settore finanziario per stabilirne lo status di titoli e tassabilità.