Il cane salvato da un agrigentino sta bene e ora cerca adozione

Sta bene e cerca adozione. E’ il meticcio che era stato salvato, da morte certa, dall’agrigentino Sandro Catanese. L’uomo, una volta avvistato il cane intrappolato nel fango, aveva chiamato i vigili del fuoco che con grande umanità hanno posto in essere tutte le operazioni di salvataggio dell’animale caduto in una scarpata.

In seguito gli stessi pompieri hanno portato il cane alla Clinica Veterinaria di Agrigento dove i veterinari lo hanno attenzionato fino ad oggi predisponendo tutte le cure necessarie. Da una prima diagnosi si era ipotizzato che “AgrigentoOggi”, così è stato chiamato il cagnolino dal nome del giornale che ha dato per primo la notizia, fosse cieco. Dagli specialisti era pure arrivato che non riusciva a deambulare bene. Con l’ausilio di terapie mirate e grazie al lavoro professionale dei veterinari, adesso le sue condizioni sono quasi del tutto ripristinate e necessita solo di un altro pò di riabilitazione.

Il meticcio è di proprietà del Comune di Agrigento e dunque per lui si prospetta il canile e dopo la strada. Chiaro però l’appello in particolare del veterinario Francesco Tamburello: “Evitiamogli la strada, chiediamo che venga adottato”.

Si tratta di un cane dolcissimo e si spera che trovi casa e qualcuno che lo accolga a braccia aperte.

Leggi anche: Agrigento, vigili del fuoco salvano cane bloccato nel fango

Guarda il video: Il cane salvato dal fango è in cura, adesso sta meglio