Ha travolto e ucciso migrante, 34enne resta ai domiciliari

Il Gip del tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano ha convalidato l’arresto e ha confermato la misura cautelare dei domiciliari, a carico di A.C., il 34enne di Porto Empedocle, residente a Realmonte, accusato delle ipotesi di reato di omicidio stradale e fuga di conducente.

Il giovane, alla guida di un Volkswagen Touareg, mentre stava percorrendo la strada statale 115, ha travolto e ucciso un ventenne eritreo, appena fuggito dal centro d’accoglienza di Villa Sikania, a Siculiana. Ed ha investito anche quattro agenti del Reparto Mobile, che lo inseguivano per fermarlo.
Nell’impatto non c’è stato nulla da fare per il migrante, morto sul colpo, mentre i poliziotti hanno riportato vari traumi. Il più grave è stato ricoverato con gravi fratture ad una gamba, e sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.