Gruppo whatsapp per segnalare posti di blocco: 62 persone denunciate

Sono in tutto 62 le persone denunciate dagli agenti del Commissariato di Canicattì che stanno indagando sulla presenza di un gruppo whatsapp – con centinaia di iscritti – utilizzato per eludere i posti di blocco delle forze dell’ordine sul territorio.

L’ipotesi di reato sarebbe quella di interruzione di pubblico servizio.

Il gruppo whatsapp sarebbe servito come una specie di mappa per segnalare la presenza di posti di blocco o controlli a Canicattì e in territori limitrofi. L’indagine sarebbe partita dal ritrovamento di un cellulare.