Granofino è ambasciatore siciliano del churrasco

È stata inaugurata ieri sera al Villaggio Mosè di Agrigento, nel corso di una cena evento, la prima Churrascharia in Sicilia.
Ambasciatore siciliano del churrasco, la grigliata tipica della tradizione brasiliana, è stato Mario Ciulla, imprenditore patron del ristorante Granofino che racconta: “ A differenza della churrascaria brasiliana qui verranno serviti prodotti tipicamente siciliani. Verrà fatta una degustazione di carne no stop con, per esempio, vari tipi di involtini, tagli di suino nero, prosciutto cotto di suino artigianale e tante altre prelibatezze preparate in casa. Vogliamo trasmettere ol messaggio che è possibile mangiare bene senza usare prodotti da importazione. Siamo soddisfatti ed orgogliosi per le numerose richieste di prenotazione. Ringrazio per questo tutti i cittadini che hanno sostenuto e continuano a sostenersi prenotando e rendendo vivo questo locale”.
Diversi gli ospiti della serata, presentata dal patron di Agrigento Cooking show Marco Gallo, dal sindaco di Agrigento, Franco Miccichè, all’assessore alla Cultura e Turismo Costantino Ciulla, dai giocatori della Fortitudo Agrigento, con in testa il coach Devis Cagnardi, ai giornalisti e food blogger che hanno avuto modo di sperimentare ed apprezzare una vera e propria esperienza gastronomica per gli amanti del buon cibo, della migliore carne siciliana e dei suoi pregiati tagli, immersi in
un’atmosfera calda, amichevole e coinvolgente.
Per l’occasione il Sindaco Miccichè ha rilanciato il tema della candidatura di Agrigento a Capitale Italiana della Cultura per il 2025: “ Ci auguriamo di raggiungere il traguardo per la crescita turistica, culturale, economica ed imprenditoriale di Agrigento”
Mario Ciulla per l’occasione ha proposto un menu completo, con la formula All you can meat. Diversi tagli di carne cucinata al fuoco di carbone vegetale come da tradizione brasiliana e servita con gli spiedi direttamente al tavolo
Mentre lo staff sfilava con diverse portate di carni arrostite, infilzate nei tradizionali spiedini, per poi essere tagliate e servite su richiesta.
Carne no stop, dunque, accompagnata da un’eccellente carta di vini da sorseggiare tra una portata e l’altra ascoltando piacevolmente in sottofondo musica dal vivo con gli straordinari Danyl e Ivy be.