Gli iraniani hanno detto si: l’Akragas passa di mano

AGRIGENTO. Gli iraniani hanno deciso di acquistare il pacchetto azionario dell’Akragas. Si chiude così una lunga trattativa iniziata mesi fa e concretizzata questa mattina quando un rappresentante della cordata di imprenditori di Teheran ha chiamato in Italia per comunicare di avere sciolto la riserva e di avere deciso di rilevare l’Akragas.

Una decisione che arriva alla vigilia di alcune scadenze fiscali e finanziarie importanti e che non solo dovrebbe scongiurare il fallimento, ma dovrebbe anche permettere di allestire una squadra in grado di ben figurare in serie D e magari tentare un pronto ritorno in serie C.

La strada del ripescaggio è infatti difficilmente percorribile non solo per la vicenda Astarita (il difensore allora dell’Akragas coinvolto in una inchiesta sul calcio scommesse, ma con la squadra agrigentina vittima) ma anche perché in serie C bisognerà fare spazio per le seconde squadre delle grandi di serie A. Escono del tutto di scena Marcello Giavarini e Silvio Alessi protagonisti della non edificante stagione in serie C finita con la retrocessione e con 15 punti di penalizzazione, e con 27 sconfitte su 37 partite.



In questo articolo: