Giornate europee del patrimonio. Visite guidate, percorsi e aperture in notturna ad Agrigento

Con il tema “Patrimonio culturale: TUTTI inclusi!”Il Parco archeologico della Valle dei Templi e il museo archeologico Griffo ad Agrigento; il Parco archeologico di Segesta, il Parco archeologico di Selinunte, Pantelleria e Cave di Cusa (TP) e il Museo del Satiro a Mazara del Vallo. A Palermo, il complesso monumentale dello Steri i prossimi 25 e 26 settembre aderiranno alle GEP – Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days) la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa. Quest’anno . Sono previste visite guidate speciali, laboratori per bambini e percorsi in notturna. Tutto in stretta collaborazione con CoopCulture che cura i servizi di accoglienza e si occupa della valorizzazione dei diversi siti.

 Alla Valle dei Templi verrà proposta una visita didattica gratuita per adulti e giovanissimi, per conoscere una parte meno conosciuta del patrimonio storico-archeologico di Agrigento. Ecco quindi un focus sulla cinta muraria dell’antica Akragas che in questo caso acquista un significato nuovo: da simbolo di demarcazione della polis greca, divenne elemento identitario di inclusione per chi partecipò alla spedizione di colonizzazione e assistette alla posa delle prime pietre della stessa struttura difensiva: erano uomini e donne di diversa provenienza inclusi all’interno di un abbraccio di pietra, che partivano da terre lontane e giungevano in un unico luogo in cui avviare una nuova vita senza differenze ambientali e sociali. Durante il percorso di visita – sabato 25 settembre dalle 17 -, gli archeologi di CoopCulture spiegheranno l’importanza dei santuari nel mondo greco antico e i loro aspetti inclusivi.

Un’altra visita che sarà proposta riguarda il Museo archeologico Pietro Griffo, domenica alle 16: gli adulti potranno accedere gratuitamente all’interno dell’ekklesiasterion di Akràgas che è considerato come la struttura meglio conservata tra quelle della sua tipologia. La visita permetterà di ripercorrere anche le fasi storiche e gli avvenimenti nel corso dei secoli nell’area, riflesso di vicende storiche che hanno determinato cambiamenti radicali per l’insediamento antico. L’area di solito non è aperta al pubblico ed è accessibile solamente dall’alto di una passerella. Info e prenotazioni: biglietteria del Museo Griffo. Contemporaneamente, i bambini tra 6 e 12 anni potranno partecipare al laboratorio didattico gratuito “Il mio vaso antico” durante il quale verranno svelati i segreti dei vasai. Info e prenotazioni alla biglietteria del Museo Griffo.