Giornalisti del turismo pre e post pandemia: incontro ad Agrigento della Fijet

In un settore, quello del turismo, messo in difficoltà dall’emergenza sanitaria, anche l’informazione specializzata ha subito una contrazione del lavoro. Per la ripartenza del turismo è necessario concentrarsi sui territori e le sue comunità.  Ne è convinta la Federazione internazionale giornalisti del turismo che questa mattina ha voluto incontrare i colleghi di Agrigento. “Speriamo che si possano aprire di nuovo le porte del mondo- dice il fiduciario provinciale del Fijet, Stelio Zaccaria– e tornare a viaggiare regolarmente cosa che aspettiamo da oltre un anno. Prima della pandemia , durante i nostri viaggi, abbiamo visto luoghi bellissimi, incontrato istituzioni, autorità e diverse personalità.  Con questo incontro- continua Zaccaria- abbiamo voluto ricordare le attività della federazione e invitare i colleghi ad aderire”. Durante l’incontro, ospitato dal Baglio della Luna, si è parlato della possibilità di organizzare l’assemblea nazionale Fijet ad Agrigento. All’appuntamento di questa mattina presente anche Lello Casesa, fiduciario cittadino, e Giacomo Glaviano, presidente nazionale del Fijet, che ha spiegato, tra le altre cose, le finalità della federazione: “Incrementare il turismo e rafforzare la pace fra i popoli. Quei paesi- dice- che sono a vocazione turistica li supportiamo nel migliore dei modi , basta dire che recentemente abbiamo assegnato al parco archeologico della Valle dei Templi l’oscar del turismo. Al momento abbiamo le mani legate a causa della pandemia ma ci muoviamo e svolgiamo l’attività nel migliore dei modi”.

Proposte interessanti sono arrivate dal presidente del Consorzio Turistico Emanuele Farruggia, dall’amministratore del Dmo (distretto turistico Valle dei Templi) Fabrizio La Gaipa e dai tanti giornalisti intervenuti come Margherita Trupiano, Gioacchino Schicchi, Domenico Vecchio e Arturo Cantella.  In particolare Fabrizio La Gaipa, che ha manifestato la sua intenzione ad aderire alla Fijet, ha auspicato una cooperazione fra Fijet e Distretto Turistico. In tal senso potrebbe individuarsi uno spazio fisico all’interno della sede del distretto turistico, dove ospitare la sede provinciale della Fijet.  Si è quindi concordato un nuovo appuntamento per discutere i dettagli di questa nuova collaborazione.                                                       L’assemblea si è conclusa con un aperitivo a base vino, salumi e formaggi locali e la promessa di reincontrarsi a breve, magari con altre iniziative simili.

GUARDA IL VIDEO