Gioco d’Azzardo in Italia: una passione nata da anni

Se pensiamo all’Italia, i veri simboli a cui dobbiamo fare riferimento sono 3: la pizza, il calcio e la passione per il gioco d’azzardo. E non si accettano altre soluzioni! Vogliamo concentrarci in particolare sul gioco, che non solo ha registrato un importante incremento negli ultimi due anni (complice sicuramente la pandemia e il lockdown). In realtà il legame tra italiani e gambling è iniziato una vita fa, ma è diventato indissolubile grazie alla rivoluzione tecnologica che ha permesso l’affermazione delle piattaforme come casinò non AAMS sicuri per giocatori italiani e di tutti quei siti che hanno una licenza ADM.

 

Grazie al gioco a distanza, ogni persona che si iscriva online sul sito di un operatore certificato, potrà trovare una varietà di giochi e promozioni da sfruttare. 

Quando tutto è iniziato

Da oltre 10 anni, i giocatori che amavano vivere le scommesse solo nelle sale terrestri hanno profondamente cambiato le loro abitudini. Il motivo? Nel 2011 qualcosa è cambiato, ed è stata introdotta la prima regolamentazione per tutto ciò che riguarda il gioco d’azzardo online, grazie alla concessione di licenze per gli operatori. Prima i bookmaker e poi i casinò online, che hanno però dovuto aspettare 365 giorni in più!

 

In questo modo l’ADM ha iniziato a effettuare i suoi controlli severi per verificare che gli operatori che lavoravano in Italia potessero rispettare le normative introdotte. Il modo migliore per rendere così sicuro l’intero settore virtuale. In questi 10 anni sono cambiate molte cose, ma ci sono ancora diverse certezze: vuoi qualche esempio? Una è Microgaming, nato nel 1995, leader tra i provider e capace di essere ancora attivo nel settore con i suoi giochi. Nel 2001 invece fu l’anno di Playtech, che presentò il primo casinò online, facendo da traino per tantissime altre aziende. 

L’affermazione del gambling 

Il periodo di vera fortuna per l’industria del gioco è iniziato nel 2016, quando i giocatori del Bel Paese hanno generato ben 106 miliardi di euro per il solo settore delle scommesse. Erano numeri incredibili per quel periodo, numeri che però sarebbe poi saliti fino al 2018. Anzi, più precisamente fino al 2019, anno in cui arrivò il vero record prima di affrontare un periodo di stop legato al 2020, terribile annata sotto molti aspetti, non è vero? 

 

Le chiusure dei casinò terrestri e le difficoltà legate alla sospensione di eventi sportivi sui quali fare pronostici, hanno messo ko il settore. Ma nel 2021 tutto è tornato a risalire: un rapporto presentato dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha affermato che in quell’anno il gioco d’azzardo ha prodotto oltre 107,5 miliardi. Il volume complessivo è aumentato del 43% rispetto al 2019!

 

Questi numeri sono la prova di una crescita che sembra ora promettere davvero bene, soprattutto se consideriamo che il gioco d’azzardo online rappresenta da solo un terzo delle entrate totali del settore. 

I 3 vantaggi principali dei casinò online

L’amore nato tra giocatori italiani e gambling passa attraverso 3 fattori/vantaggi che non possiamo dimenticare: l’accessibilità, la sicurezza e la comodità. Sono le 2 di notte e non riesci a dormire, e magari senti anche di avere un po’ di fortuna? Potrai collegarti in pochi secondi, da qualsiasi dispositivo, ovunque ti trovi. E ovviamente a qualsiasi ora del giorno, e non solo della notte! 

 

I casinò virtuali possono essere vissuti a 360°, anche in “movimento”, senza rinunciare mai alle ottime qualità offerte dal software sviluppato. La sicurezza, come detto, è garantita dal lavoro svolto da ADM o da ogni altro organo di controllo che fa riferimento a un diverso Paese. E grazie a questi 3 punti di forza, l’Italia ha raggiunto il secondo posto tra i mercati europei in cui il gambling ha ottenuto maggior successo.