Gettano rifiuti, ma vengono immortalate dalle telecamere: chiesto processo per 12 persone

Sono tutte di Agrigento e Porto Empedocle. Il pubblico ministero Paola Vetro ha chiesto il rinvio a giudizio di 12 persone accusate di violazione della normativa in materia ambientale e, in un singolo caso, anche di ricettazione. L’udienza preliminare è iniziata davanti al Gup del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, ed è stata subito rinviata al 14 dicembre, per un problema di notifiche.

La vicenda risale a tre anni fa. I dodici, in momenti diversi, avrebbero scaricato e abbandonato, nell’area comunale di contrada San Calogero Napolitano, a Porto Empedocle, resti di materiali per l’edilizia, vecchi elettrodomestici, scarti di pescherie, cavi elettrici, e altri prodotti.

Sono stati incastrati dalle telecamere piazzate dai carabinieri, che hanno immortalato le scene di auto e furgoni, che arrivano, e il deposito abusivo dei rifiuti. Gli imputati, attraverso i loro difensori potranno chiedere il giudizio abbreviato, o il patteggiamento. In caso contrario sarà il giudice a decidere se disporre il rinvio a giudizio.