G7, Melania Trump mangia “agrigentino” ed è già polemica

“Ancora una volta il sindaco di Catania si distingue per le sue scelte a scapito della citta’”. E’ quanto affermano i consiglieri comunali di Fratelli d’Italia Manlio Messina e Ludovico Balsamo apprendendo la notizia che sara’ un chef agrigentino, Pino Cuttaia, l’autore del pranzo che si terra’ a Catania per le first ladies del G7. “Il G7 – dicono – deve essere l’occasione per mostrare al mondo intero la nostra terra e con lei le nostre tipicita’. Un sindaco che rappresenta la sua citta’ e che ha l’onore di ospitare le mogli e i mariti dei capi di Stato piu’ importanti del pianeta aveva il dovere di esaltare le maestrie locali. Invece sara’ uno chef agrigentino a prendersi tutti i meriti. Non solo. Ci chiediamo anche come potra’ uno chef della Sicilia Occidentale interpretare la cucina tipica catanese. Non c’e’ da stupirsi se Bianco fa questa scelta. E una consuetudine per il primo cittadino togliere lavoro ai suoi concittadini”. Insieme a Cuttaia verra’ da Agrigento uno staff di 20 persone. “Tutto lavoro tolto ancora ai catanesi”, aggiungono ancora Messina e Balsamo. “Siamo vicini – concludono Messina e Balsamo – agli oltre 500 cuochi catanesi che oggi hanno espresso il loro disappunto contro questa disamministrazione Bianco. Non ci resta che osservare inerti la distruzione di Catania anche quando avremmo la possibilita’ di renderle onore”.