Fortitudo ecco il tuo avversario: Pallacanestro Molfetta

Ultima settimana di allenamento per la Fortitudo Agrigento ormai pronta allo start nel campionato di B di pallacanestro. La terza serie nazionale si presenta ancora una volta rinnovata e competitiva: 64 squadre al via, divise in 4 gironi da 16 squadre ciascuno per un totale di 30 giornate tra andata e ritorno. Si parte questa domenica e si finisce l’8 maggio. Al termine della regular season, le prime otto di ogni girone disputano i playoff (con tabelloni ad abbinamenti incrociati). Le squadre classificate all’ultimo posto di ciascun girone retrocedono direttamente in Serie C, mentre quelle classificate dal dodicesimo al quindicesimo disputano i playout. La Fortitudo Agrigento è stata  inserita nel girone D che annovera tutte le compagini siciliane (Agrigento, Virtus Kleb Ragusa e Torrenova), cinque squadre della Puglia (Bisceglie, Molfetta, Monopoli, Ruvo di Puglia e Taranto), cinque della Campania (Avellino, Forio, Pozzuoli, Salerno, Sant’Antimo), due del Lazio (Cassino e Formia) una della Calabria (Reggio Calabria). Per il secondo anno consecutivo, il debutto è lontano dal PalaMoncada, in Puglia, sul parquet della Pallacanestro Molfetta. Gli uomini di coach Catalani giungono a questo match reduci dalla sconfitta nei quarti di Supercoppa LNP per mano di Cividale. Una sconfitta beffarda – 62 a 61 per i friulani – maturata a pochi minuti dal termine. Rimane il fatto, comunque, di una pre-season di ottimo livello. In estate il roster è stato parzialmente rinnovato con gli innesti di Nicolas Morici, Santiago Bruno e Andrea Lo Biondo. L’assetto della squadra ha assunto una fisionomia più “operaia” e meno spavalda, circostanza che, comunque, non ha intaccato la qualità del gruppo e, in tale ottica, le partite di Supercoppa hanno già fatto intravedere un buon potenziale. Sul fronte opposto, i biancorossi agli ordini di coach Giovanni Gesmundo, al momento, sono un cantiere aperto: le rotazioni sono ridotte ma chi scendein campo può creare qualche grattacapo. Alcuni degli innesti del mercato estivo sono di spessore come Francesco Infante, centro classe ’92, preso dalla Luiss Roma uno dei migliori “lunghi” della B con tanti punti nelle mani (16 di media con 8 rimbalzi la scorsa stagione), Guido Scali, guardia/ala classe ’98, lo scorso anno in forza alla Fulgor Omegna (oltre 8 di media con 7.5 rimbalzi) e Maurizio Tassone, play/guardia classe ’90, proveniente dalla Elachem Vigevano (oltre 11 di media con il 40% dall’arco). Probabile starting five: Villa, Tassone, Scali, Bini, Infante.