Fortitudo ecco il tuo avversario: 2B Control Trapani

Prima la Pallacanestro Trapani, poi l’Orlandina.

Inizia una settimana importante per la Fortitudo Agrigento che – nel turno infrasettimanale di questo mercoledì – sfiderà i granata sul proprio parquet e poi, domenica 3 novembre al PalaFantozzi di Capo d’Orlando, i paladini.

Avendo saltato la trasferta di Treviglio a causa dello sciopero e del maltempo, i biancazzurri ne hanno approfittato per preparare al meglio la doppia sfida contro le altre due compagini siciliane del Girone Ovest di A2. 

Pallacanestro Trapani: Due vinte e due perse per  i granata di coach Parente che puntano ad agganciare la zona playoff. La stella è La’Marshall Corbett.

Sul versante opposto i granata, dopo lo smacco casalingo subìto per mano dell’Orlandina e la conseguente frattura tra alcuni giocatori e la tifoseria, hanno rialzato la testa vincendo in maniera perentoria sul campo dell’Eurobasket Roma.

Coach Daniele Parente – confermato alla guida tecnica – sta cercando di dare continuità al lavoro iniziato lo scorso anno, lavorando soprattutto sull’intensità di gioco con l’obiettivo di mantenere alta la concentrazione dei giocatori.

Tuttavia, considerato che il bilancio di queste prime quattro giornate di campionato parla di due vittorie e due sconfitte, identico a quello della passata stagione, appare evidente come il coach piemontese debba ancora lavorare molto su questo fronte. 

Le statistiche evidenziano il settimo attacco (77.3 punti di media) e la settima difesa (73.5 punti subìti).

Per quanto riguarda il roster, in estate la dirigenza granata non ha badato a spese assicurandosi le prestazioni della guardia americana La’Marshall Corbett – reduce da una stagione strepitosa con la Poderosa Montegranaro (20.27 punti di media con il 43% da tre) – e del rookie americano Kenny Goins, uscito dalla prestigiosa Michigan State University.

La pattuglia tricolore vanta alcuni degli italian top players di questa Lega: all’intoccabile capitano Andrea Renzi e a Curtis Nwohuocha si sono aggiunti Federico Bonacini, Gabriele Spizzichini e Alessandro Amici. 

The Outlaw: La’Marshall Corbett

Nativo della North Carolina, classe ’88, Corbett è una “combo guard” che ricopre principalmente il ruolo di guardia ma in grado di giocare anche da playmaker.

Amante dell’Italia, alla quinta stagione in questa Lega, La’Marshall Corbett si è fatto notare sia dentro che fuori dal parquet.

Fuori dal parquet sono due gli episodi eclatanti che lo hanno coinvolto: nel 2015 è stato squalificato tre mesi per uso di cannabis, mentre la scorsa estate ha pesantemente minacciato la Poderosa Montegranaro, sua precedente squadra e rea – a suo dire – di non avergli corrisposto 8.000 € di stipendio. 

Tuttavia, è sicuramente dentro il parquet che Corbett esprime il meglio di sé.

Si tratta, infatti, di un giocatore molto temibile, dotato di grande atletismo, capace di conclusioni al ferro anche con la difesa schierata o di canestri in condizioni di scarso equilibrio.

Con la media di 21 punti a partita (35% dall’arco) è secondo nella classifica dei migliori realizzatori del Girone Ovest. 

Probabile starting five: Corbett, Spizzichini, Amici, Goins, Renzi.