Fortitudo 2.0: Arriva Denik The Third. Focus su Giovanni De Nicolao

di Michele Bellavia

Comincia a prendere forma la Fortitudo Agrigento targata Devis Cagnardi. 

La nuova guida tecnica dei biancazzurri, in perfetta sinergia con il Direttore Sportivo Christian Mayer, sta già tracciando le linee guida per la costruzione del roster per la stagione 2019/2020.

 

Cagnardi è giunto ad Agrigento con le idee chiare sui giocatori che vorrebbe avere a disposizione e, in tale ottica, ha sposato perfettamente la vision societaria di puntare su profili giovani e futuribili; il tutto è reso possibile grazie all’ottima conoscenza del settore giovanile da parte del tecnico lombardo. 

In tale contesto, dunque, si inseriscono i primi due innesti biancazzurri ovvero Aristide Mouaha e Giovanni De Nicolao.

 

Aristide Mouaha, camerunense classe 2000, è un esterno di grande atletismo, reduce da un’ottima stagione in serie B (quasi 18 punti di media con 5.4 rimbalzi e 2.5 assist); è un giocatore pronto per un ulteriore step di crescita sia dal punto di vista fisico che tecnico e siamo sicuri che ad Agrigento troverà l’ambiente giusto per raggiungerlo.

 

Giovanni De Nicolao, classe ’96, invece, eredita subito i galloni di nuovo regista della squadra di Cagnardi.

Proviene da una famiglia dal solido DNA cestistico: il papà Stefano, è stato giocatore, mentre i fratelli Andrea e Francesco giocano rispettivamente con la Reyer Venezia con cui ha vinto lo scudetto e con la Virtus Padova.

Giovanni è il più piccolo dei tre e ha trascorso le ultime tre stagioni negli Stati Uniti dove ha studiato e giocato alla UTSA (University of Texas at San Antonio), università che ha sempre formato ottimi atleti sia nel football, che nel basket. 

Ha chiuso la stagione da junior con 7.7 punti a partita, 3.7 assist e 4.5 rimbalzi. La miglior prestazione stagionale l’ha sfoggiata lo scorso 11 gennaio mettendo a referto 19 punti contro gli Owls della Rice University; buone prestazioni anche nel mese di marzo: rispettivamente 17 punti (75% da tre) contro gli Hilltoppers di Western Kentucky e 18 punti (50% da tre) contro i Golden Eagles di Southern Miss.