Il Filetto e la Piadina nel cuore di Agrigento, ecco dove mangiarli

I PERCORSI DEL GUSTO: GUSTO & BONTA’, ABBIAMO PROVATO LA GAZZA LADRA

La via Pirandello si è rivitalizzata, tante le nuove aperture, adesso al posto di un ortofrutta c’è “La Gazza Ladra”: qui puoi mangiare un ottimo filetto o delle gustosissime piadine, bere una buona birra o crostoni, insalate, crepes dolci o salate.

DOMENICO VECCHIO

La Gazza Ladra ha da poco aperto in via Pirandello al posto di una vecchia “putia” di ortofrutta. Qui puoi bere qualcosa, un cocktail, del vino, una buona birra alla spina, ma soprattutto puoi mangiare, bene e in abbondanza. Noi abbiamo provato la piadine ma anche il filetto di manzo. Il menù è sintetico, ma quel che conta è che si usano prodotti stagionali. L’impasto della piadina è fatto in casa, risulta piuttosto soffice e gustoso, la farcitura che abbiamo scelto si chiama “Frank Zappa” fatta di  verdure e speak, il tutto accompagnato da un’ottima “Leffe blond” alla spina che ci ha restituito un quadretto genuino, quel senso di vero che ti far riscoprire il gusto di mangiare piadine ed in pieno centro storico.

Certo la Sicilia non è proprio la patria di questa pietanza, ma la “falsa” Agrigento piadinara regala soddisfazioni. Non avere una propria identità da venerare religiosamente ha permesso di potersi sbizzarrire, perchè il prodotto è buono, lauto e la scelta della carta è varia.
In tempi di cucina molecolare e di abbinamenti arditi o di tagli di carne super ricercati, la vera sopresa di questo locale, sono i piatti tradizionali come la varietà di filetti di manzo.
L’arrivo in tavola del filetto ai funghi (consigliato), ha sollevato le sorti di una vera cena. Cotto alla perfezione, esaltava la qualità della materia prima, molto saporito, più che abbondante ed accompagnato da una salsa dalla giusta densità e i funghi di primissimo ordine. Deliziose pure le patate al forno che abbiamo voluto abbinare come contorno, meglio se in piatti diversi. Da bere una “Leffe Radieuse“.
Il locale è accogliente, i due fratelli, Andrea e Gero Natale (FOTO), lavorano con passione e professionalità. Forti dell’esperienza di altre gestioni,  sono riusciti a ricreare uno spazio accogliente. A dominare la sala, il legno e l’arco in tufo, in fondo si trova la cucina, sui lati le sedute che richiamano lo stile di un vero pub. A gestire il bancone e i tavoli, apparecchiati al minimo, con fare simpatico e informale sono sempre loro, Gero e Andrea, con quest’ultimo che è sicuramente quello più predisposto a consigliare le scelte migliori.
Ma il menù della Gazza Ladra è davvero interessante, incuriosiscono e sarebbero da provare sicuramente in una seconda occasione la varietà di Crepes salate. Nella carta, è contenuta pure la lista dei vini, non vasta ma con diverse opzioni della regione ricaricate in modo lieve. Insomma, se volete passare una serata all’insegna della spensieratezza e mangiare bene e in abbondanza, o semplicemente sorseggiare una birra, nel centro storico di Agrigento, La Gazza Ladra è sicuramente una tappa da tenere in considerazione. (DV)
SE VUOI FARCI CONOSCERE IL TUO LOCALE SCRIVI AD : [email protected]