Estate Agrigentina, per la Notte dei Musei concerto all’ex collegio dei Filippini

Questa sera, 9 agosto, ad Agrigento, appuntamento culturale con “La Notte dei Musei”: dalle ore 21 è prevista l’apertura straordinaria al pubblico della pinacoteca dell’ex Collegio dei Padri Filippini con i Fabemolle minimal band, che suoneranno brani tra i più famosi del grande Fabrizio De Andrè.   Residenti e turisti avranno l’occasione di visitare il museo in un orario insolito.  Altri momenti di animazione e intrattenimento in città concluderanno la serata.  Dunque, sempre ricco di eventi prosegue il programma dell’Estate Agrigentina, che vede insieme il Comune di Agrigento, il Parco Archeologico della Valle dei Templi, la DMO-Distretto Turistico Valle dei Templi, col patrocinio dell’Assessorato regionale del Turismo.
Cerimonia di inaugurazione nel pomeriggio di oggi alle 17,30, allo Stadio Esseneto, per tutti gli sportivi e per le famiglie che potranno seguire “ViviSport – ®Estate ad Agrigento”, torneo di calcetto itinerante “primi calci” e “Pulcini”, che si protrarrà fino al 10 settembre. Organizzato dall’ASD Mediterraneo con A.S.C Attività Sportive Confederate coinvolgerà più di un centinaio di giovanissimi in tutti i quartieri. L’evento inaugurale vedrà la presenza della squadra dell’Akragas Calcio. Agli spettatori sarà possibile assistere agli allenamenti. Poi gli atleti si presteranno a momenti di gioco con i ragazzi, per offrire loro un’indimenticabile esperienza. La partecipazione di Euroform garantirà, durante il pomeriggio,  anche diverse attività di intrattenimento per ragazzi con “I giochi di una volta”. Per la Notte di San Lorenzo, domani 10 agosto dalle 21,30, il complesso bandistico “Vincenzo Bellini” diretto dal M° Carmelo Mangione accompagnerà con la musica lo spettacolo delle stelle cadenti nell’antico borgo di Montaperto, in Piazza Caduti di Marcinelle. Grande attesa sempre domani anche per l’inaugurazione dell’installazione Video Mapping di un percorso alla scoperta del mito e dei riti associati alla Dea Demetra in collaborazione con CoopCulture a Porta di Ponte e in Piazza San Giuseppe a partire dalle 21. Fondamento dell’esperienza catartica offerta al visitatore sarà il concetto di Palingenesi, una rinascita eterna e necessaria, capace di andare oltre i concetti stessi di vita e morte delle creature.
Un messaggio di speranza e comunione fra i viventi che affonda le sue radici nel pensiero del filosofo Empedocle.