Ecco come ottimizzare gli spazi nella propria farmacia

Ogni persona ha una farmacia di fiducia. Solitamente è la farmacia più vicino a casa. Ma questa non è la regola per tutti. Ci sono persone che scelgono di servirsi in una farmacia piuttosto che in un’altra, perché è meglio fornita, il personale è più cortese, ma soprattutto perché dispone i prodotti in modo che si possano trovare più facilmente.

Per ottenere questo risultato, ci sono delle strategie di visual merchandising da seguire.

Il visual merchandising è quell’insieme di strategie mirato a collocare, in un ambiente commerciale, tutti gli oggetti affinché vengano individuati dai clienti il più velocemente possibile. 

Questo tipo di marketing è basato sulla stimolazione visiva, che consiste nel catturare l’attenzione dei clienti per esempio tramite i colori e l’illuminazione del negozio oppure la disposizione di un particolare espositore. 

Avere degli espositori ben realizzati, dunque, permetterà di applicare il visual merchandising in modo ottimale. Tra i modelli più richiesti dalle farmacie ci sono indubbiamente quelli a incastro

Per essere sicuri di dotare la propria impresa commerciale di espositori di qualità, è consigliabile rivolgersi a ditte produttrici di grande esperienza, come per esempio Cemab: un’azienda presente con successo nel settore da quasi 20 anni e che realizza – per le realtà farmaceutiche e non solo –articoli in legno. Questi espositori ad incastro per farmacie sono dunque anche ecologici e rappresentano la soluzione ideale per arredare il proprio ambiente.

Gli espositori ad incastro sono così chiamati perché non necessitano di attrezzi per essere montati. All’interno dell’imballaggio troviamo tutte le parti che compongono lo scaffale: le spalle, lo schienale e le parti espositive. Tutti questi elementi presentano delle scanalature per incastrare un elemento con l’altro. Si montano in poco tempo e sono strutturati per sopportare bene il peso dei prodotti da esporre.

Generalmente, gli espositori in legno vengono realizzati utilizzando quello di betulla. Ciò perché esso è molto resistente e leggero al tempo stesso e rende facilissimo l’assemblaggio del sistema a incastro. Si tratta della soluzione più richiesta al momento, vista la maggiore sensibilizzazione nei confronti delle tematiche ambientali: il legno, infatti, è un prodotto riutilizzabile e riciclabile.

Gli espositori ad incastro, sono di 2 tipi: con ruote o a base fissa. Quelli con ruote vengono utilizzati maggiormente nelle parti centrali della farmacia. Ad esempio, possono essere impiegati per mettere in evidenza dei prodotti scontati. Le ruote infatti, permettono di poter spostare l’espositore in qualunque punto della farmacia, rispettando l’arredamento circostante. I prodotti, come per esempio quelli in blister, possono essere posizionati sia nella parte frontale che in quella posteriore di un espositore.

Quelli fissi invece sono come degli scaffali. Sono impiegati principalmente per esporre sui ripiani i prodotti delle più diverse tipologie. I ripiani sono strutturati per sopportare mediamente fino a 30 KG di peso. Questo consente di esporre diversi prodotti per ripiano.

Gli espositori ad incastro possono anche essere personalizzati. La personalizzazione consente alla farmacia di creare un espositore che possa adempiere ad uno scopo ben preciso, come magari vendere maggiormente un prodotto.

Dell’espositore è possibile personalizzare le dimensioni, i colori e le rifiniture, nonché stabilire cosa stampare sulle varie parti che lo compongono: per esempio, il logo o il nome della farmacia, di uno specifico prodotto e così via.