E’ stata riconosciuta in Costituzione l’insularità della Sicilia

E’ stata riconosciuta in Costituzione l’insularità della Sicilia. Con 412 sì, un astenuto e nessun contrario l’aula della Camera hadato il via libera alla proposta di legge costituzionale d’iniziativa popolare per il riconoscimento della peculiarità delle Isole e il superamento degli svantaggi derivanti dall’insularità. Lo ha fatto aggiungendo un comma in più dopo il quinto dell’articolo 119 del testo Costituzionale, che disciplina l’autonomia di entrate e spese degli enti territoriali. Una “piccola modifica” che ha però richiesto un lungo iter parlamentare e la maggioranza assoluta, in base a quanto previsto dal meccanismo di revisione costituzionale. All’articolo 119, adesso, comparirà il seguente comma: “la Repubblica riconosce le peculiarità delle Isole e promuove le misure necessarie a rimuovere gli svantaggi derivanti dall’insularità”.

Insularità Sicilia, opportunità per ripianare gli squilibri.

Il sì del Parlamento permetterà adesso alla Sicilia (e alla Sardegna, altro territorio interessato dalla legge) di beneficiare di nuove risorse economiche che verranno erogate direttamente dallo Stato alla Regione. In questo modo, l’Isola avrà l’opportunità di livellare verso il basso numerosi squilibri di natura economica e sociale, annullando le “differenze” con altre regioni. Superare gli svantaggi derivanti dall’insularità diventano, da oggi, un impegno preciso per lo Stato, consacrato nella Costituzione. È una vittoria per tutti gli isolani d’Italia”. Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.  “Continueremo a lavorare, in sinergia con Bruxelles e Roma, affinché vivere su un’isola non sia più una maledizione o un problema, ma una straordinaria opportunità, in termini di dotazione infrastrutturale, servizi essenziali e qualità della vita. Voglio ringraziare il vicepresidente Gaetano Armao per avere sempre creduto a questo obiettivo e per averlo perseguito, per conto del governo regionale, con passione e tenacia”. Il presidente della commissione territorio e ambiente dell’Ars, Giusi Savarino, commenta: “Questo è uno splendido risultato che permetterà alla nostra Sicilia di superare gli ostacoli relativi ad infrastrutture, energia e diseconomie con cui l’isola si trova a fare i conti da anni. Una meravigliosa notizia per cui voglio ringraziare tutti coloro che ci hanno lavorato, in particolare l’Assessore Gaetano Armao ed il Governo Musumeci”.