“E’ socialmente pericoloso”, chiesta Sorveglianza speciale per cugino di capomafia

Avanzata richiesta di misura di prevenzione della Sorveglianza speciale di Pubblica sicurezza a carico di Giuseppe Puleri, quarantenne, di Campobello di Licata (difeso dall’avvocato Angela Porcello), cugino del boss ed ex capomafia provinciale Giuseppe Falsone.

Puleri, attualmente detenuto nel carcere di Voghera, è uno degli indagati per il reato di 416 bis, dell’operazione antimafia “Assedio” , dei carabinieri dei Ros e di Agrigento. Ieri è iniziata la trattazione del procedimento.

La difesa ha prodotto documenti per smentire elementi indicati, quali, l’indice di pericolosità che sono stati acquisiti, riservandosi il diritto di produrne altri alla prossima udienza fissata per il 26 maggio prossimo.