È qui la festa, il Canicattì vola in Serie D

Indimenticabile pomeriggio di sport allo stadio «Saraceno». Il Canicattì, dopo 28 anni, torna in Serie D. Quando mancano ancora due giornate alla fine del campionato di Eccellenza (ma i biancorossi de- vono recuperare anche la sfida con l’Enna), la società del presidente Angelo Licata, batte nel derby l’Unitas Sciacca e sigilla la matema- tica promozione nella quarta serie. La determinazione dei biancorossi non è mancata sin dall’inizio: la giusta tensione, l’attenzione e la concentrazione visibili sui volti dei calciatori. Malgrado lo spavento iniziale con il vantaggio dello Sciacca, i biancorossi ribaltano la gara con la rete di Iezzi e la doppietta di Iraci. Nella ripresa il gol di Gueye. E il «Saraceno» esplode

Marc atori: pt 16’ Idoyaga, 22’ Iez zi, 30’ Iraci (rig.), 40’ Iraci; st 3’ Gueye (rig.)
Canicattì: Barbagallo, Di Mercurio (36’ st Toledo), Tedesco, Privitera, Rai- mondi, Pettinato, Iraci, Garufo (27’ Treppiedi), Gueye (18’ st Matera), Mora- na (15’ st Prezzabile), Iezzi. A disp.: Gud- do, Caternicchia, Baiata, Biondo, Celin. All.: Bonfatto

Unitas Sciacca: Allegro, Li Bassi, Dagata, Idoyaga, Salvucci, Ciancimi- no, Presti (31’ pt Baldassano), Licata (40’ st Miccolis), Santangelo (41’ st Pe- corino), Galluzzo, Messina (27’ st Sa- bella). A disp.: Billera, Scandaglia, Bal- neare, Coco, Graci. All.: Crivello Arbitro: Asaro di Marsala

Note: espulso Salvucci per un tocco di mani sulla linea di porta