Di Napoli accusa anche il caldo

Ecco le parole rilasciate dal tecnico Raffaele Di Napoli in sala stampa dopo il pareggio interno a reti bianche contro il Catanzaro: “Le dichiarazioni di Giavarini dopo il pari? Il presidente ha sempre ragione (ride). Ci dispiace che non abbiamo vinto. Oggi abbiamo guadagnato un punto.

Credo che il bicchiere si possa considerare mezzo pieno. Sono contento che non abbiamo perso la partita. Abbiamo dato continuità ai risultati in casa siamo ancora imbattuti. Oggi i complimenti vanno a Pane che ha fatto una grandissima parata su Giovinco su l’unica azione loro della partita.

Abbiamo affrontato una squadra che annovera dei giocatori importanti”.

Sulla prestazione di Gomez Di Napoli ha aggiunto: “Il compito che doveva svolgere oggi Gomez era di andare a giocare alle spalle dei quattro di difesa del Catanzaro. Abbiamo preparato la gara per andare ad attaccare gli spazi di Sabato e di Esposito, in modo che con la nostra rapidità li potevamo mettere in difficoltà, ma, purtroppo, non abbiamo fatto ciò. Secondo me, oggi, abbiamo sbagliato perché abbiamo dato la possibilità a Cunzi, a Baccolo di giocare. Sono rammarico, però, sul fatto che abbiamo fatto poche ripartenze. Non l’ho preparata bene io. L’uscita di Pezzella? Bruno è un grande catalizzatore di palla. Sta giocando da sette partite di fila. Ho pensato di mettere Coppola che ha delle grandi qualità e mettere Salandria davanti alla difesa mentre quando è entrato Cocuzza, io ho spostato Zanini a centrocampo. Oggi avevamo di fronte una signora squadra che, molto probabilmente, non ha il morale giusto per risalire in maniera veloce. Non voglio sentire parlare di condizione fisica. Oggi si giocava con 30 gradi. Purtroppo, il risultato non ci soddisfa appieno.” Sul reparto offensivo, afferma: “Ci può stare che in qualche gara i nostri attaccanti non siano brillanti. Gomez oggi è stato un po’ evanescente. Quello che gli dico sempre a lui è che in una domenica dove non è nelle migliori condizioni, se prende quattro – cinque falli dal limite dell’area di rigore ha già fatto il suo perché ci crea delle occasioni da gol. Il Catanzaro, oggi ha avuto quattro punizioni. Noi, purtroppo, prendiamo poche punizioni. L’attaccante ne deve prendere di più stessa cosa per il centrocampista”.

Gomez Akragas VS Catanzaro Lega Pro C