Denuncia falsamente smarrimento assegni, scatta condanna

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Giuseppe Miceli ha condannato alla pena di 2 anni e 2 mesi di reclusione, Emilio Moscato, 48 anni, riconosciuto colpevole di calunnia.
Il pubblico ministero, al termine della sua requisitoria aveva chiesto la condanna a uno anno e otto mesi.

L’uomo aveva denunciato falsamente ai carabinieri lo smarrimento di alcuni assegni. Uno di questi, dal valore di 18 mila euro, era stato versato come accordo per la vendita di un negozio.