Dal carcere scrive alla moglie: ma la lettera di Ribisi è censurata

Una lettera di Ignazio Ribisi, considerato dagli investigatori come boss di Palma di Montechiaro, e più colte condannato per mafia, spedita alla moglie, è stata bloccata dall’Amministrazione penitenziaria e consegnata ai magistrati. La Dda ha il sospetto che la missiva, scritta in uno strano tedesco, possa contenere qualche messaggio non consentito. Ignazio Ribisi è detenuto presso il carcere di Sassari, in Sardegna. La difesa di Ribisi, scrive Grandangolo, si è rivolta alla Corte di Cassazione per dirimere la vicenda relativa alla corrispondenza bloccata.