Covid, ultima ordinanza chiarisce: domenica bar e pasticcerie aperti solo per domicilio e asporto

E’ stata fatta chiarezza sulle ultime ordinanze emanate dalla Regione, in linea con il Dpcm anti covid del Governo nazionale, soprattutto su chiusure e aperture. Nella giornata di domenica negozi chiusi, centri commerciali e supermercati pure. Bar, e pasticcerie aperti solo per consegne a domicilio e da asporto.
Misure per limitare il numero di persone fuori casa la domenica e nei giorni festivi. Rimarranno aperti, ma con particolari modalità solo le attività di prima necessità, anche i settori ristorazione e alimentari solo a domicilio e asporto, i fiorai e i distributori di carburanti per uso domestico e per il riscaldamento.

Alimentari. L’ordinanza Musumeci di venerdì stabilisce che i supermercati resteranno chiusi, compresi quelli all’interno dei centri commerciali che fino a domenica scorsa erano invece aperti. Potranno invece rimanere aperti solo i negozi di alimentari, ma solo per il servizio a domicilio.

Panifici, bar e pasticcerie. Dopo due integrazioni all’ordinanza arrivate ieri i panifici, i bar e le pasticcerie potranno aprire negli orari previsti dai regolamenti dei singoli comuni, solo per la vendita d’asporto e per le consegne a domicilio. Non sarà consentita la consumazione dei prodotti fuori dai locali per evitare assembramenti. I panifici poi dovranno smettere la panificazione alle ore 14.

Ristorazione. Le regole per panifici, bar e pasticcerie valgono anche per i ristoranti che potranno aprire solo per asporto e consegne a domicilio.

Distributori di carburante. L’ordinanza prevede che restino aperte le attività che vendono combustibile domestico (bombole a gas) e per riscaldamento (bombole a gas e pellet e altri combustibili fossili). Per quanto riguarda i distributori di carburante sono aperti con addetto al rifornimento solo quelli lungo la rete autostradale, mentre in tutti gli altri sono attive le colonnine self service.

Farmacie e parafarmacie. Farmacie e parafarmacie su tutto il territorio siciliano continueranno ad aprire secondo i calendari comunali dei turni festivi, e notturni. Le uniche che non apriranno sono le parafarmacie all’interno dei supermercati, e dei centri commerciali.

Edicole e rivendite di tabacchi. Le ultime due categorie che possono usufruire della deroga all’ordinanza sulla chiusura dei negozi sono le edicole che possono lavorare come nelle domeniche pre covid e i rivenditori di tabacchi. Per i quanto riguarda i i punti vendita che alle sigarette associano anche la parte bar, valgono le prescrizioni previste per i normali bar: nessun consumo al banco, solo asporto.