Cos’è un web Server e come funziona: Andrea Conso ce lo spiega

Un server è un dispositivo hardware e software che fornisce servizi ad altri dispositivi, denominati client, all’interno di una rete. Andrea Conso, esperto di hosting, ci spiega che un server viene ospitato all’interno di una rete locale o dalle server farm, disponibili in una rete globale, dove sono presenti un elevato numero di server interconnessi tra di loro.

Per agire in veste di server, un dispositivo deve avere determinate caratteristiche, come la connessione alla stessa rete dei suoi client, una configurazione e deve essere dotato di software utili ad interpretare le richieste degli altri dispositivi.

Il compito principale di un server è quello di elaborare e gestire il flusso dei dati richiesti da altri utenti connessi alla stessa rete.
Il suo funzionamento è legato necessariamente a componenti hardware e software come la CPU, la RAM, l’hard disk, le schede di rete e ad un sistema operativo.

Il server è uno degli elementi principali per la creazione di un sito web, insieme agli hosting provider, come l’hosting di Keliweb. I provider di hosting come SiteGround, Aruba e Keliweb, offrono diverse soluzioni di server adatti ad ogni esigenza.

 

Quali sono le diverse tipologie di server?

Quando utilizziamo un dispositivo per navigare in internet, continua Andrea Conso, il server elabora le richieste e invia i dati al client che effettua il caricamento dei dati ricevuti e li mostra sul display (immagini, pagine html ed altro).

 

Tutte le tipologie di server hanno una caratteristica in comune: l’affidabilità. Un server deve garantire una percentuale di attività del 99% . Non sono ammessi errori e fuori servizio (downtime) se non per un breve periodo di tempo e solo per motivi di aggiornamento e manutenzione.

 

Esistono diverse tipologie di server, da utilizzare in base alle proprie esigenze e sono:

 

  • Web Server: comunica con i client attraverso un protocollo HTTP o HTTPS. Questa tipologia di server è utilizzato per ospitare siti internet e servizi accessibili via web.
  • Mail Server: comunica con i client attraverso il protocollo Simple Mail Transfer (SMTP) ed è strutturato con moduli capaci di inviare, ricevere e gestire i messaggi di posta elettronica tramite webmail o client.
  • DNS Server: i Domain Name System permettono di convertire un indirizzo IP in dominio.
  • Game Server: il server è configurato e ottimizzato per consentire la corretta esecuzione dei giochi online multiutente. Necessita di numerose risorse hardware ad alte prestazioni.
  • Proxy Server: svolge la funzione di intermediario tra le richieste provenienti dalla rete e l’indirizzo IP del server. Consente di rendere anonimo l’indirizzo internet e di filtrare gli accessi ad un sito web.
  • Database Server: si utilizzano per consentire l’accesso e la gestione di un database.
  • Server Cloud: server condivisi con risorse virtuali dedicati, offrono prestazioni di qualità ad un prezzo contenuto.

Che cos’è un VPS?

La VPS Virtual Private Server rappresenta un tipo particolare di server basato su una macchina virtuale che usufruisce di risorse software e hardware dedicate.

Come specifica Andrea Conso, questa tipologia di server non gira su un sistema operativo condiviso ma necessita di un proprio sistema operativo, dove gli amministratori possono installare qualsiasi tipo di applicazione nativa.

I server VPS rappresentano attualmente una scelta intermedia tra i servizi di hosting condivisi, le cui risorse vengono ripartite tra i diversi client, e gli hosting dedicati che offrono risorse esclusivi per un solo cliente.