Convalidati gli arresti delle 3 donne e 2 uomini coinvolti in una rissa

Sono stati convalidati gli arresti delle cinque persone (3 donne e 2 uomini), dai 30 ai 55 anni, tutti di Porto Empedocle, coinvolti nella rissa di  contrada “Vincenzella”, proprio a ridosso della cementeria, e di fronte il cosiddetto quartiere degli “Indiani”, nell’abitato empedoclino.

Lo ha deciso il Gip del Tribunale di Agrigento. Al termine dell’udienza ai cinque indagati applicata la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria, per la firma. I cinque sono tornati subito liberi.

Protagoniste della zuffa due famiglie, verosimilmente, perché si contendevano l’occupazione abusiva di una casa, appartenente all’Italcementi, e dopo la chiusura dello stabilimento, lasciata in stato di abbandono.

I carabinieri della Stazione di Porto Empedocle, i loro colleghi del nucleo Radiomobile della Compagnia di Agrigento, e i poliziotti del Commissariato “Frontiera”, senza non poche difficoltà avevano ripristinato la calma. In cinque finirono agli arresti, mentre tre donne rimaste contuse trasportate in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio”, per le cure del caso.