Conclusa la tappa agrigentina di “Mythos Opera Festival Agrigento, Catania e Taormina”

All’interno del Palacongressi  la Giovane Orchestra Sicula, con la direzione del maestro Alberto Veronesi,  ha dato vita ad un concerto lirico sinfonico che ha incantato tutti i presenti. Eseguite le arie d’opera più belle, i brani più conosciuti della musica lirica, i temi indimenticabili delle più famose opere alle quali tutti hanno assistito con particolare coinvolgimento. Il concerto è stato arricchito anche dalla presenza di 5 solisti: Erika Giannella, Stefania Vietri, Silvia Pasini, Sergio Dos Santos e Roberto Cresca. Anche un corpo di ballo ha accompagnato l’esecuzione di alcune arie d’opera. “Sono felice d’esserci. Questo evento rimanda ad una lunga tradizione culturale siciliana – ha detto il maestro Veronesi. Nello spettacolo si sono brani importanti come valzer dei fiori, la mamma morta e altro ancora, Sono brani di grande tradizione lirica italiana”. “Siamo orgogliosi di queste iniziative, è andata davvero bene”. Ha detto il sovrintendente Mythos, Gianfranco Pappalardo: “Abbiamo avuto degli artisti di strada nel centro storico, Agrigento merita grandi spettacoli. Non conoscevo il Palacongressi, è un posto magnifico”. Un buon risultato per Mythos ad Agrigento secondo il direttore artistico Nino Strano. Ad inaugurare ufficialmente l’inizio del festival erano stati gli artisti de “Il Circo e la Strada” che hanno allietato gli agrigentini con le loro esibizioni in via Atenea. Le arti circensi in uno spettacolo itinerante che attrae i piccini ma che non lascia indifferenti gli adulti, hanno rappresentato un momento di grande suggestione. Giocoleria, acrobazie, magia e tante sorprese: questo quanto proposto dagli artisti che, direttamente da Parigi, portano un tocco di fantasia al periodo prenatalizio. Gli artisti di strada parigini si sono esibiti anche all’interno del Palacongressi, guidati dall’attore messinese Nino Montalto hanno arricchito lo spettacolo con nuove performance. Dalle acrobazie che hanno lasciato col fiato sospeso i presenti, ai giochi di prestigio e di abilità, fino ai giochi di magia che hanno coinvolto i più piccini. Poi il momento più atteso: il cabaret con l’attore siciliano Nino Frassica che ha interagito con il pubblico in sala tutto il tempo. Il festival che da oggi si sposta a Taormina per poi proseguire a Catania, è organizzato dalla Regione Siciliana, Assessorato del Turismo, Sport e Spettacolo e Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana con il  Parco Archeologico e Paesaggistico Valle dei Templi di Agrigento e il Parco Naxos –Taormina. Si tratta di un festival ricco di eventi che allieterà le serate che precedono il Santo Natale e che persegue un importante obiettivo: la destagionalizzazione degli eventi artistici nel territorio siciliano. Lo spettacolo del circo di strada proposto da artisti che provengono da Parigi, i concerti di Natale con la direzione del maestro Alberto Veronesi e il cabaret con Nino Frassica e Nino Montalto i punti di forza del cartellone artistico.

Paolo Picone