Commissione sul trasporto pubblico, il nuovo bando arriverà dalle proposte della gente

Non è una commissione di indagine ma speciale che ha l’obiettivo di offrire il proprio contributo all’amministrazione comunale per provare a migliorare il servizio dei trasporto in città. Presentata ufficialmente alla stampa, questa mattina, primo agosto, al comune di Agrigento, la commissione speciale sul trasporto pubblico. In prossimità della scadenza contrattuale con l’attuale Società che gestisce i trasporti in città, la commissione vuole delineare quali debbano essere le modalità di gestione del servizio ritenute più opportune. E’ composta dai consiglieri: Francesco Alfano, Nello Hamel, Carmelo Cantone, Alessandro Sollano e Davide Cacciatore. Presidente è stato eletto Francesco Alfano, vice Carmelo Cantone. “Valuteremo le proposte che arrivano dai vari settori, privati ed operatori turistici- dice Alfano-. La Commissione esamina le criticità del trasporto urbano nella nostra città per venire incontro alle esigenze di tutta la collettività.” Resa nota una mail a cui tutti i cittadini possono scrivere per segnalare:[email protected]Dopo una prima analisi dei documenti inoltrati alla commissione, nata due settimane fa- dice Davide Cacciatore- ci si baserà sulle istanze dei cittadini e di tutti quelli che vorranno collaborare.” La commissione speciale opera a titolo gratuito, non percepisce gettone di presenza. “Siamo stati votati dal consiglio comunale e per noi è un onore fanne parte- afferma il vice presidente, Carmelo Cantone-. È un lavoro abbastanza impegnativo che ci vede riunire due/tre volte a settimana, c’è tanta roba da analizzare. Abbiamo visto dalle prime carte che siamo in linea sia con la road map , sia con le idee dell’amministrazione attiva, sia del lavoro fatto dai dirigenti. Ci sono criticità ma siamo certi che anche con il contributo della gente consegneremo un nuovo bando che sia soddisfacente per l’intera cittadinanza.”  La commissione vuole lavorare in sinergia, non solo con i cittadini, ma anche con enti, associazioni e con l’Ente parco Valle dei Templi  “per un quadro più completosottolinea il presidente Alfano- anche ala luce della nascita del mudibus pensato da Ecclesia  Viva con il Museo Diocesano, sostenuto dal MIC-Invitalia”. Il progetto ha l’ambizione di aumentare il flusso di soggetti che visiteranno il centro storico di Agrigento e il colle in maniera particolare, mettendo in pratica soluzioni di innovazione sociale e culturale, con mobilità sostenibile green attraverso navette turistiche elettriche.