Città e comunità sostenibili: tavola rotonda a Palma di Montechiaro

Nell’aula consiliare del Comune di Palma di Montechiaro, si è tenuta la Tavola Rotonda – Progettazione Partecipata di un Parco Urbano Ecosostenibile, organizzata dal Sindaco Stefano Castellino, dal Gruppo di Lavoro Urb-En Pact composto da Gabriella Abruzzo, Carmen Piritore, Emanuela Lo Sardo, Francesca Abruzzo, Ugo Farulla, Luigi Scopelliti e Federica Balistreri, con il supporto della Giunta e del Consiglio Comunale e con la collaborazione dell’Università degli Studi di Palermo ed in particolare del Corso di Laurea in Architettura e progetto nel costruito di Agrigento e rappresentata dai docenti universitari architetto Gianfranco Tuzzolino, docente coordinatore di Progettazione Architettonica e architetto Valeria Scavone docente di Urbanistica.
L’evento, inserito all’interno del Festival dello Sviluppo Sostenibile promosso da ASviS, ha concentrato l’attenzione sugli obiettivi dell’Agenda 2030 ed in particolare sul tema delle Città e delle Comunità sostenibili. Alla Tavola Rotonda, moderata dall’architetto Emanuela Lo Sardo, hanno preso parte il vicesindaco architetto Salvatore Scopelliti, una rappresentanza della Scuola Secondaria di Primo Grado “L. Milani” con la referenza della docente di tecnologia architetto Cristina Montana seguita dai ragazzi di una seconda media, tra cui si menzionano: Edoardo Di Caro, Costantino Falsone, Karola Noto, Jennifer Sortino, Isabel Vella, Salvatore Vitello, veri protagonisti della Tavola Rotonda. Al dibattito hanno preso parte l’Ordine degli Architetti di Agrigento con la rappresentanza dell’architetto Piero Fiaccabrino, l’Ordine degli Agronomi e dottori forestali di Agrigento rappresentato dalla Presidente Maria Giovanna Mangione e dal vicepresidente Calogero Barbera, l’Ordine degli Ingegneri di Agrigento rappresentato dal Presidente Achille Furioso, l’ingegnere Salvatore Inguanta e l’ingegnere Andrea Abruzzo e l’Archeoclub di Palma di Montechiaro rappresentato da un componente del direttivo, l’architetto Valeria Amato. Infine il dibattito è terminato con le conclusioni della docente universitaria architetto Valeria Scavone.
L’obiettivo principale della Tavola Rotonda è stato quello di porre le basi per la progettazione di un Parco Urbano Ecosostenibile ubicato lungo il Corso Brancatello, nell’area dell’Ex-Depuratore comunale. La progettazione e realizzazione di questo parco sarà l’occasione per mettere in pratica i temi della rigenerazione urbana e dalla sostenibilità partendo dal basso e tenendo conto delle esigenze di tutti i cittadini e dei futuri fruitori dell’area. Ad apertura evento. l’intervento del sindaco ingegnere Stefano Castellino ha posto l’attenzione sulla Rigenerazione sociale ed umana, soffermandosi sui concetti di spazio e luogo ma soprattutto sull’importanza delle persone. Il tema della Rigenerazione in questi termini, molto sentito dall’amministrazione è un importante trampolino di lancio per la città. Il Sindaco, insieme ai componenti del gruppo Urb-En-Pact, a tutti collaboratori, la Giunta e il Consiglio comunale, ha come obiettivo fare innamorare i cittadini di Palma del proprio paese che, come emerso dalla tavola rotonda, è ricco di storia ed architettura ma soprattutto è costituito da persone che porteranno Palma al cambiamento giorno dopo giorno.
Durante la Tavola Rotonda, ricca di contributi di esperti ed alunni, sono state poste le basi della progettazione; innescando il seme della conoscenza, della curiosità del luogo, sottolineando i punti di forza, i punti di debolezza, le opportunità e le minacce dell’aerea. Sicuri del seguito della progettazione partecipata del Parco Urbano Ecostenibile della Città, i componenti della Tavola Rotonda, stimolati dagli interventi dei ragazzi, hanno raccolto le idee progettuali che verranno poi sviluppate nel corso dei prossimi eventi.