Agrigento. Che fine ha fatto Piazza Vittorio Emanuele?

Il solito Pressappochismo
di Eugenio Cairone

Pavimentazione? NO, Asfalto. Decoro urbano? NO, Pressappochismo.
E’ vero che solo ad Agrigento possono succedere certe cose.
Quello che si è verificato in piazza Vittorio Emanuele accanto alla Questura e alle spalle della Prefettura è un fatto assolutamente inqualificabile.
Non ci sono neppure le parole per definirlo. Ebbene, le immagini raccontano come sia facile ad Agrigento commettere delle vere e proprie baggianate sotto gli occhi di tutti meno di quelli che dovrebbero controllare .
Avvicinandosi la festa del 2 giugno, in programma proprio nello spazio antistante gli uffici della Prefettura, era necessario ripristinare strada e marciapiede ricreando le condizioni di sicurezza.
Ma nessuno immaginava in che maniera il Comune aveva progettato l’intervento. Come si vede, piuttosto che utilizzare le mattonelle si è scelto l’asfalto e il risultato crea il voltastomaco.
Qualcuno ricorda che la piazza rientrava in un progetto più ampio con aggiustamenti adeguati alla zona centrale.
Ovviamente quelli erano i tempi della campagna elettorale.
Adesso si può fare di tutto e il contrario di tutto. Si finisce per fare pena.
Eugenio Cairone