Capelli in vacanza: il mare e il sole non li rovineranno mai più

Capelli in vacanza: il mare e il sole non li rovineranno mai più

L’estate è la stagione che mette più a dura prova i capelli; soleventosabbia e salsedine a volte sono un bene, ma per altri versi diventano una croce, rovinando la chioma. Non occorre rinunciare alle giornate in spiaggia o in piscina: basta tenere conto del problema ovviando a casa e fuori. Cosa fare per prendersi cura dei capelli durante questo periodo e per mantenerli sani e lucenti? Per riuscire in questo proposito, ecco alcuni consigli preziosi.

6 consigli prima di andare al mare

La prevenzione è sempre stata la soluzione migliore ai problemi; rinunciarvi significa doversi cimentare con altri rimedi in un secondo momento e potrebbe essere troppo tardi. Anche per i capelli vale lo stesso discorso. Ristrutturarli prima delle vacanze serve a scemare quelle problematiche che sicuramente si dovranno affrontare successivamente. I migliori consigli per una ricostruzione capelli a casa sono:

  • accorciare di qualche centimetro i capelli per renderli più forti e resistenti;
  • mantenere la cute sana evitando il contatto con salsedine e la sabbia (lavarli con acqua dolce dopo il bagno è d’aiuto);
  • portare con sé un olio per capelli se si visitano località calde;
  • durante l’estate è quasi impossibile non usare code e chignon applicando elastici e mollettoni, tuttavia queste soluzioni tendono ad indebolire e spezzare i capelli, per cui conviene che, un paio di mesi prima dell’estate, si lascino sciolti il più possibile;
  • rinforzare i capelli con prodotti mirati aiuta ad affrontare l’estate, ma anche ad impedire che durante il periodo autunnale, quando si attiva il ricambio cellulare, la normale caduta non diventi quasi una tragedia;
  • shampoo e balsamo ristrutturanti sotto la doccia sono perfetti per nutrire e idratare la chioma, ma meglio alternarli a prodotti più delicati per evitare che i capelli posano diventare più soggetti ai fattori estivi ed indebolirsi velocemente.

Cosa non fare prima delle vacanze

La prevenzione continua ad essere uno dei passi fondamentali, ma quali sono i fattori che possono mettere a rischio i capelli? 1. Colorazione dei capelli: schiariture, mèche e le decolorazioni in genere dovrebbero essere fatte al massimo dalle due alle tre settimane prima di partire. Ciò serve a dare il tempo ai capelli di attivare i processi che comprendono i cicli di ristrutturazione naturale. Nel caso di capelli bianchi e ricrescita, la colorazione alla radice o semi permanente può essere fatta una settimana prima della partenza. 2. Permanente e lisciatura dei capelli: come nel caso della colorazione, è utile ricorrere a questi trattamenti entro due o tre settimane prima della partenza. La questione è sempre connessa al tempo necessario per l’attivazione della ristrutturazione del capello. 3. Non idratare i capelli: proteggere i capelli con prodotti appositi quando il sole diventa più intenso è indispensabile. Essere previdenti permette di presentarsi in spiaggia con una chioma sana e forte. Le giornate assolate in città non aiutano e in spiaggia i fattori di stress sono molteplici, per cui andare in vacanza con dei capelli in salute consente di vivere la vacanza con meno timore di rovinarli. Occorre munirsi di prodotti estremamente idratanti, come leave-in, sieri, maschere e oli.

Consigli utili durante le vacanze

Terminata la fase di prevenzione, urge proteggere i capelli anche durante le vacanze. Come abbiamo visto, la cute è soggetta a fattori che possono essere positivi, ma anche diventare negativi. Per questo è utile: tutelare la chioma adoperando prodotti senza la presenza di alcool, capace di rovinarli essendo un elemento troppo aggressivo;

  • usare gli spray adatti a dare volume ai capelli. Si può ricorrere al fai da te, utilizzando del succo di limone e bagnando i capelli in modo naturale;
  • utile usare olio di cocco o di oliva sui capelli. Fungono come rinforzarti e generano una protezione naturale. La quantità da applicare è differente a seconda del tipo di capello;
  • dopo un tuffo in mare o piscina, allo scopo di rimuovere salsedine o cloro, è indispensabile lavarsi i capelli. Si può usare il bicarbonato di sodio, capace di eliminare i residui sgraditi dalla cute e dalla chioma;
  • sottrarsi dal legare i capelli appena usciti dal mare, perché intrisi di salsedine e sabbia. Conviene usare un semplice cappello per evitare il contatto diretto con i raggi del sole;
  • oli idratanti e protettivi non devono mai mancare, da applicare sui capelli per impedire che il sole li secchi e li rovini;
  • è anche utile il massaggio della cute, in quanto consente una migliore circolazione sanguigna. Prima dello shampoo è una procedura che dovrebbe diventare una regola.

In conclusione

Allo scopo di impedire che il sole ed il mare rovinino i capelli, abbiamo visto che la tutela inizia già prima di partire per le vacanze. La prevenzione, l’evitare determinate azioni ed invece ricorrere ad accortezze quando si è al mare sono indispensabili per non tornare a casa e doversi subito recare dal parrucchiere, sperando che la sua opera possa sanare i danni ai capelli. Ottimi prodotti, attenzione e rispetto delle regole sono e devono rimanere i migliori strumenti e la vacanza ed il mare non saranno più dei problemi.