Camilleri:condizioni critiche ma stabili, ecco gli attestati di stima

Rimangono critiche ma stabili le condizioni dello scrittore Andrea Camilleri ricoverato da ieri mattina all’ospedale Santo Spirito di Roma. Lo si apprende da fonti sanitarie.
Il prossimo bollettino medico è previsto alle 12.

Intanto in molti hanno sfoggiato i selfie con Andrea Camilleri per postare un messaggio di affetto nei confronti dell’empedoclino. In redazione sono arrivati anche diversi comunicati stampa.

Caro Maestro, questa mattina abbiamo appreso la spiacevole notizia del tuo problematico stato di salute.
Siamo tutti in apprensione per te e siamo vicini alla tua famiglia”. Lo scrive la Sindaca di Porto Empedocle, Ida Carmina, dopo la notizia sulle condizioni di salute dello scrittore empedoclino Andrea Camilleri. “Tu sai che sei il nostro orgoglio, il simbolo di un paese che deve a te il rilancio in una platea mondiale e nella letteratura universale dei suoi difetti ma anche degli innumerevoli pregi. I Marinisi si rivedono in te e la Porto Empedocle -Vigata assume vita imperitura nei tuoi meravigliosi scritti”.

“Tutta la città – continua Carmina – esprime il proprio affettuoso sostegno al suo più illustre concittadino , Andrea Camilleri. Ho sentito, la nipote dello stimato scrittore che si trova in ospedale con lui a Roma in queste ore difficili. Le condizioni del nostro illustre concittadino seppur gravi si sono stabilizzate. Siamo sicuri che Andrea Camilleri vincerà questa ennesima battaglia che non gli impedirà di tornare a scrivere nuove splendide pagine di cultura e storia. E speriamo di poter essere con lui il 15 Luglio alle Terme di Caracalla!”.

Anche il Sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, appresa la notizia, afferma: “Maestro Camilleri, amatissimo Andrea, sei una forza della natura. Lo hai sempre dimostrato! Abbiamo bisogno ancora delle tue parole, dei tuoi libri, della tua voce. Combatti, come sai fare!”.

Attestati di vicinanza anche dalla prima cittadina di Naro, Mariagrazia Brandara: “La nostra terra ha ancora bisogno del maestro Andrea Camilleri. Un uomo che ha saputo mettere nero su bianco le bellezze della nostra terra ma anche le sue contraddizioni. Naro è legata ad Andrea Camilleri anche grazie a una delle sue opere diventata film, la scomparsa di Patò, girato nella nostra Naro. Forza Maestro!”