Calcio, Giacchetto alla Lega: servono interventi coraggiosi e strutturali

CANICATTI’. La sospensione del campionato di Eccellenza ha rallentato lo slancio iniziale in casa Canicattì calcio. Eppure stiamo parlando della società che assieme al Mazara detiene il primato della classifica nel girone A.

“È un periodo molto complicato! Ci stiamo ritrovando in una situazione, se vogliamo, ancora più difficile di quella già vissuta nel corso dei mesi marzo, aprile e maggio a causa dell’elevato numero di contagi da Covid-19 che, ormai, si è diffuso a macchia d’olio in tutto il territorio nazionale – dice il vice presidente Faustino Giacchetto. Le società sportive dilettantistiche, facendo significativi investimenti, hanno rispettato le prescrizioni sanitarie e gli accertamenti COVID-19 previsti dai protocolli LND e dalle norme vigenti per limitare il rischio di contagio, ma ciò non è stato sufficiente per impedire la sospensione dei campionati. Il rischio è, purtroppo, quello di vanificare tutto il lavoro fatto dalle società, dagli staff tecnici e dai calciatori per la preparazione atletica, tecnica ed agonistica necessaria per disputare i campionati. La speranza è quella di riprendere le attività sportive e i campionati al più presto, ma è chiaro che si dovranno individuare protocolli sostenibili e garanzie indispensabili per evitare rischi per la salute di calciatori e di tutti gli addetti a lavori.
Il Governo Nazionale è intervenuto con importanti ed apprezzabili provvedimenti in favore del mondo sportivo dilettantistico prevedendo l’erogazione di contributi e bonus per alleviare le difficoltà economico-finanziarie di società ed atleti, ma sono necessari interventi più coraggiosi e strutturali, anche da parte della FIGC e della LND, per superare la crisi e rilanciare l’intero movimento del calcio dilettantistico, dal settore giovanile a quello agonistico”.

Giacchetto prosegue: “Il contatto con i nostri ragazzi, purtroppo, è soltanto virtuale. Qualche telefonata, messaggi e videochiamate sulle chat, fortunatamente, riescono a tenere unito un gruppo di ragazzi meravigliosi che non vedono l’ora di tornare in campo per allenarsi e giocare a pallone. Mister Pippo Romano coordina l’attività dello staff tecnico dei preparatori atletici per pianificare quotidianamente sedute di allenamento individuale finalizzate a preservare la condizione atletica dei calciatori, dopo il duro lavoro svolto dalle fasi iniziali della preparazione estiva e fino all’ultima gara di campionato, in attesa della ripresa delle attività agonistiche. Sono fiducioso che i sacrifici di tutti possano determinare un auspicato ritorno alla normalità”.